venerdì 21 Gennaio 2022

Starbucks e Amazon si alleano: inaugurato il primo locale e N. York senza file e cassiere

L'offerta tra alimenti e bevande resta invariata rispetto a quella già esposta nel mercato di Amazon Go all'interno dei punti Starbucks. Ma grazie all'applicazione della tecnologia Amazon Go, i clienti potranno evitare per pagare, di fare il check-out in presenza di un cassiere

Da leggere

NEW YORK – Il futuro del servizio all’interno delle catene di caffetteria è stato appena scritto da due grandi nomi: Starbucks e Amazon uniscono le forze con l’apertura del primo store nel mondo dove il pagamento ha raggiunto un nuovo livello. Nessuna cassa, nessun intermediario fisico, grazie all’applicazione del sistema pay and go. Succede a New York e prossimamente verrà la sua diffusione in altri negozi. A prendere il posto del cassiere sarà un sistema composito di bilance, sensori e obiettivi sistemati all’interno del negozio per calcolare il totale sullo scontrino.

Starbucks e Amazon, la rivoluzione parte dalla Grande Mela

L’inaugurazione di questo primo store ha visto la luce a Manhattan, ma Starbucks ha già messo in conto l’apertura di altri due punti vendita di questo genere per il 2022. Questo cambiamento nasce dalle nuove esigenze dei consumatori, che hanno bisogno sempre più di pagare velocemente, senza fare file: l’abitudine di acquistare online, rafforzata oltremodo con la pandemia, si fa sentire. E Starbucks risponde.

La trasformazione

Quando la realtà online si ibrida con quella offline, il risultato è simile a quello ottenuto da Starbucks a Manhattan. Ma come funzione questo nuovo sistema di pagamento nei fatti? Il cliente si troverà a di fronte a uno schermo digitale sopra il bancone: qui si potranno visualizzare gli ordini effettuati. Il customer dovrà semplicemente applicare il codice ottenuto dall’applicazione Amazon nello store, poi utilizzare la carta di credito oppure loggarsi su Amazon One: il pagamento, è fatto.

E i famosi partner Starbucks?

Non scompariranno, chiaramente. Perché l’intelligenza artificiale è una risorsa, ma può sempre presentare delle criticità per chi è alle prime armi o semplicemente dei malfunzionamenti. Nessuna paura: i dipendenti della catena restano nei paraggi in caso ci sia bisogno di assistenza.

L’offerta tra alimenti e bevande resta invariata rispetto a quella già esposta nel mercato di Amazon Go all’interno dei punti Starbucks. Ma grazie all’applicazione della tecnologia Amazon Go, i clienti potranno evitare di dover fare il check-out in presenza di un cassiere.

Ultime Notizie