martedì 21 Settembre 2021

Torrefazione SoGeCa, 3 stelle d’oro al Superior Taste Award con la miscela 45° Parallelo

Non nasconde la soddisfazione il giovane Lorenzo Mischiatti, So.Ge.Ca. a egnews: “Ci eravamo già distinti, sia nel 2019 che nel 2020, ottenendo una valutazione di due stelle; ma quest’anno ci siamo superati ed il nostro caffè è stato definito dai migliori chef e sommelier del mondo come un prodotto straordinario ottenendo un punteggio superiore al 90% e, per l’appunto, la certificazione delle tre stelle d’oro."

Da leggere

TAGLIO DI PO (Rovigo) Si guadagna il massimo riconoscimento al Superior Taste Award 2021 la torrefazione So.Ge.Ca. grazie alla sua miscela 45° Parallelo con tre stelle d’oro. Leggiamo dal sito egnews.it la notizia di questo ultimo traguardo avvenuto in seguito al giudizio dell’International Taste Institute, che ha decretato questo blend come vincitore.

So.Ge.Ca. porta a casa tre stelle d’oro

Racconta l’articolo di egnews: La giuria dell’International Taste Institute, composta dai migliori chef e sommelier del mondo, ha assegnato ai migliori prodotti tra cibo e bevande il Superior Taste Award 2021, l’Oscar del gusto.

La ditta So.Ge.Ca., nota torrefazione caffè di Taglio di Po, ha ottenuto la massima valutazione per la sua nuova miscela denominata “45° Parallelo”, ottenendo le tre stelle d’oro.

Com’è avvenuta la valutazione?

“I prodotti sono stati testati alla cieca. Per garantire una valutazione obiettiva, la giuria non è a conoscenza dei nomi dei prodotti, dei nomi dei produttori e dell’origine dei prodotti. I tester ricevono solo una breve descrizione della categoria. Ogni prodotto viene valutato per la sua qualità organolettica seguendo un approccio sistematico basato sui 5 criteri di analisi sensoriale edonica internazionale (gli standard AFNOR XP V09A): prima impressione, visione, olfatto, gusto e sensazione finale. Ogni membro della giuria valuta e classifica il prodotto da solo, in silenzio e senza comunicazione con altri membri della giuria”.

Non nasconde la soddisfazione il giovane Lorenzo Mischiatti, So.Ge.Ca. a egnews:

“Ci eravamo già distinti, sia nel 2019 che nel 2020, ottenendo una valutazione di due stelle; ma quest’anno ci siamo superati ed il nostro caffè è stato definito dai migliori chef e sommelier del mondo come un prodotto straordinario ottenendo un punteggio superiore al 90% e, per l’appunto, la certificazione delle tre stelle d’oro.

C’è tutta una storia dietro a questa nostra nuova miscela: nella costante ricerca nei paesi produttori di caffè di altissima qualità, ci siamo imbattuti in due origini molto interessanti: un caffè con lavorazione naturale proveniente dal Brasile, più precisamente dalla regione Sul de Minas, ed un caffè, sempre con lavorazione naturale, con provenienza Kenya, le cui piantagioni crescono alle pendici del Kilimangiaro. Entrambi i caffè avevano caratteristiche uniche, una corposità molto accentuata e sprigionavano in tazza aromi fruttati che ci hanno convinto a miscelarli per cercare di unire tutti gli aspetti positivi che racchiudevano i loro chicchi.

Inizialmente, però, il risultato ottenuto non ci aveva soddisfatto; ed è qui che è subentrata una terza origine di caffè e precisamente un caffè, lavorato con metodo lavato, proveniente dal Papua Nuova Guinea.

Ne è nata quindi questa nuova miscela, composta da 45% Brasile, 45% Kenya ed un 10% di Papua che, estratta con il metodo espresso, presentava una corposità molto accentuata, una acidità quasi inesistente, un aroma dolce e fruttato con un retrogusto perfettamente bilanciato.

L’utilizzo dei due caffè naturali (Brasile e Kenya) nella percentuale del 45% ci ha spinto a chiamare la miscela “45° Parallelo”, con riferimento alla linea immaginaria che marca l’equidistanza dal Polo Nord dall’Equatore e che sappiamo passa per il paese dove il nostro caffè viene tostato: Taglio di Po”.

E così conclude su egnews: “Questo riconoscimento importante ci spinge a lavorare ancora di più nella ricerca e nella sperimentazione, convinti che solo con l’impegno e la costanza si può migliorarsi e raggiungere nuovi obiettivi”.

Alan Coxon, Presidente della giuria degli chef dell’International Taste Institute, su egnews:

“La qualità complessiva dei prodotti presentati nel 2021 è stata eccezionalmente alta. Siamo lieti di testimoniare che i produttori stanno sviluppando prodotti sempre più sani mantenendo una forte attenzione al gusto.

Eric de Spoelberch, ceo dell’International Taste Institute: “Siamo estremamente orgogliosi che, nonostante la complicata situazione globale, siamo stati in grado di riunire chef e sommelier internazionali di altissimo livello per le valutazioni 2021, pur mantenendo rigide misure sanitarie.”

Tra questi abbiamo: il nostro italiano Pino Lavarra Executive Chef presso The Luxury Collection (due stelle Michelin) Antoine Lehebel Head Sommelier presso Bon Bon (due stelle Michelin) Tom Smet Head Sommelier presso Castor (due stelle Michelin) Surjan Singh Jolly giudice presso Master Chef India e molti altri.

 

Ultime Notizie