sabato 04 Febbraio 2023

Roma: il municipio contro la pasticceria che vende dolci a forma di genitali: “E’ un’offesa al pubblico decoro”

L'assessore ai Rifiuti e all'ambiente Stefano Marin: "Abbiamo subito avviato l'iter per controllare se tutto è in regola, il centro di Roma è un bene unico e non è possibile offenderlo così platealmente. Il rosa dell'insegna non è compatibile con i colori indicati dalla sovrintendenza e le regole sul pubblico decoro: ben vengano gli imprenditori ma non pensino di fare quello che vogliono"

Da leggere

La pasticceria Mr. Dick ha aperto la sua sede nella Città Eterna. Il primo municipio chiede che sia oscurata la vetrina e l’insegna. Il motivo? Il locale rappresenterebbe un’offesa al pubblico decoro per i suoi dolci a forma di genitali. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo pubblicato su Fanpage.

La pasticceria Mr. Dick

ROMA – Un’offesa al pubblico decoro: così è considerata Mr. Dick, al secolo ‘la pasticceria più sexy d’Italia’, che da poco ha aperto nella centralissima Trastevere a Roma, in via Garibaldi. Il motivo? I dolci a forma di genitali e l’insegna rosa dal disegno inequivocabile, con l’iconica scritta: Mr. Dick. Tantissime le persone che fanno la fila per visitarla, soprattutto ragazzi e ragazze curiosi di vedere la pasticceria che tanto ha fatto discutere a Milano.

E se i waffle a forma di pene e vagina, così come le torte e le pastarelle dalle forme inconfondibili, piacciono molto ai clienti, lo stesso non si può dire del I municipio di Roma. Le istituzioni capitoline, nella persona dell’assessore ai Rifiuti e all’ambiente Stefano Marin, hanno chiesto ai gestori di Mr. Dick di oscurare la vetrina e l’insegna.

A riportare la notizia è la Repubblica, cui Marin ha dichiarato: “Abbiamo subito avviato l’iter per controllare se tutto è in regola, il centro di Roma è un bene unico e non è possibile offenderlo così platealmente. Il rosa dell’insegna non è compatibile con i colori indicati dalla sovrintendenza e le regole sul pubblico decoro: ben vengano gli imprenditori ma non pensino di fare quello che vogliono”.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui.

Ultime Notizie