Home Caffè Roma e la sug...

Roma e la suggestione dei suoi caffè storici, tra cinema e cultura

caffè greco
Uno scorcio esterno dell'Antico Caffè Greco di via Condotti, a Roma

ROMA — Un itinerario attraverso il centro di Roma alla scoperta di cinque locali storici. Ciascuno con un proprio retaggio e una sua specifica identità. A descriverlo è Michela Micheli in un articolo scritto per il sito Mentelocale Roma, che vi proponiamo di seguito.

Roma, dove il caffè profuma di storia, cultura, arte e cinema

Da via del Corso a via Veneto, passando per Campo de’ Fiori fino ad arrivare a piazza del Popolo. I caffè storici a Roma non sono soltanto sinonimo di cappuccino e cornetto.

Qui infatti, nella via del tessuto pettinato di lana, via dei Pettinari, c’è l’Antico Bar Mariani. «Cinque generazioni, centosessant’anni di storia», racconta sorridente e orgoglioso Fabrizio. Uno dei proprietari di uno dei caffè storici romani. In questo luogo storico si respira aria di cinema.

Sarà per la sua posizione all’interno del palazzo dove abitava l’attore Carlo Verdone, e vicino a quello del marchese del grillo, Alberto Sordi; sarà perché «era frequentato da Ettore Scola», ricorda ancora  Fabrizio.

Nella piazza degli artisti, piazza del Popolo

Pier Paolo Pasolini e Alberto Moravia erano due clienti fissi del Bar Rosati: «Questo caffè ha aperto nel 1922 e la famiglia Rosati è di origine romagnola, come Federico Fellini, altro assiduo frequentatore del caffè. Insieme ad altri personaggi del mondo del cinema, prima di andare in Rai, Fellini si fermava a mangiare qui.», racconta così entusiasta Olindo. Lo storico cameriere del secondo dei caffè storici romani di cui vi parliamo.

Via dei Condotti, si sa, è la via dello shopping

Ma ad attirare l‘attenzione dei turisti non sono solo le vetrine dei negozi di abiti firmati, bensì l’Antico Caffè Greco, il caffè letterario più antico di Roma, in scena dal  1760  e il secondo d’Italia. Frequentato da scrittori e filosofi, come Stendhal e Schopenhauer, quando si entra in questo locale storico dall’aspetto ottocentesco si respira un’aria intellettuale e un profumo di caffè puro. Da sorseggiare mentre si osservano le tante opere d’arte presenti al suo interno.

Basta andare a fare colazione in via Vittorio Veneto per sentirsi su un set cinematografico. Harry’s bar è infatti  protagonista del film La Dolce Vita. Fondato nel 1959, non propone solo colazioni, ma anche pranzi e cene a base di carne, pesce e piatti tradizionali romani.

Centoventicinque anni di storia è un traguardo importante

Babington’s Tea Room lo festeggerà a dicembre. La deliziosa sala da tè, fondata da due ragazze inglesi nel 1893, è situata all’interno di un palazzo settecentesco, nel ghetto inglese di piazza di Spagna, vicino alla suggestiva Keats Shelley House.

Le comodissime poltrone in perfetto stile UK invitano a sorseggiare tantissime miscele di tè accompagnati da gustosi dolci e a pranzare. Ordinando piatti tipici della tradizione inglese.

Michela Micheli