Home Analisi di mercato Riviera, scel...

Riviera, scelta di gusto: in bar e caffetterie c’è una quota sempre maggiore di spesa

bar caffè riminese Una slide con uno dei dati più interessanti emersi dal convegno di Confcommercio
Una slide con uno dei dati più interessanti emersi dal convegno di Confcommercio

RIMINI — Bar e caffè contribuiscono in modo significativo all’appeal dell’offerta turistica della riviera riminese. E sono tra le cose migliori dell’Italia, nell’esperienza degli stranieri. Questa una delle conclusioni del convegno “Riviera, scelta di gusto. Food, Beverage & Emotions propulsori per il turismo”, che si è svolto ieri, martedì 26 febbraio, al Palacongressi di Rimini con un grosso afflusso di pubblico. L’evento è stato organizzato infatti dalla Confcommercio della provincia di Rimini con Fipe, Silb e Regione Emilia Romagna.

Ma ecco i relatori moderati da Gianni Indino (Presidente Confcommercio – Imprese per l’Italia di Rimini), che hanno dato il loro contributo: Stefano Bonaccini (presidente Regione Emilia Romagna), Andrea Corsini (assessore al Turismo Regione Emilia Romagna), Lino Enrico Stoppani (presidente nazionale FIPE – Confcommercio), Andrea Gnassi (sindaco di Rimini e presidente Visit Romagna), Maurizio Pasca (presidente nazionale SILB – Confcommercio), Luciano Sbraga (vicedirettore generale e direttore Ufficio Studi FIPE – Confcommercio), Patrizia Battilani (direttrice CAST Centro di Studi Avanzati per il Turismo – Università di Bologna, Campus di Rimini), Gaetano Callà (presidente FIPE – Confcommercio della provincia di Rimini) . Gianni Indino (presidente SILB Emilia Romagna e Confcommercio della provincia di Rimini).
Piero Chiambretti (conduttore tv e imprenditore della ristorazione), Andrea Damante (dj e producer), Mariano Guardianelli e Camilla Corbelli (ABOCAR Due Cucine – Ristorante stellato a Rimini) hanno riportato le loro esperienze.

Il nuovo turista

Al centro del dibattito, i “principi” del nuovo turista, sempre più informato, connesso e alla ricerca di una molteplicità di esperienze attrattive.

FOODNESS
CARTE DOZIO

Il convegno è stato altresì l’occasione per approfondire, attraverso i dati della ricerca statistica affidata all’Ufficio Studi di Fipe – Confcommercio e all’intervento del Cast (Centro di Studi Avanzati per il Turismo dell’Università di Bologna, Campus di Rimini) il ruolo e la grande valenza di “food, beverage & emotions” per il rilancio dell’intero settore. “

Nelle slide sottostanti riassumiamo dunque i dati e le considerazioni più interessanti emersi dalla ricerca. Da rilevare, in particolare, la quota sempre maggiore di spesa  destinata ai consumi nei pubblici esercizi. E la buona valutazione espressa dai turisti stranieri delle proprie esperienze nei bar italiani.