Home Notizie Rischio gelat...

Rischio gelate in Brasile spinge New York ai massimi dallo scorso novembre

Coronavirus arabica
L'andamento dei mercati durante la settimana trascorsa

MILANO – Il fattore meteo fa irruzione nell’arena del caffè, con l’annuncio di possibili gelate in Brasile durante il prossimo week-end, e i prezzi degli arabica volano ai massimi del 2019. Il mese di luglio è iniziato a New York allo stesso modo in cui era terminato quello giugno, con il confermarsi del trend rialzista che si è instaurato a partire dall’inizio dell’ultima decade del mese trascorso.

Varcata definitivamente la soglia dei 100 centesimi il 20 giugno, il contratto principale (scadenza settembre) ha accelerato la ripresa nel corso della settimana trascorsa rivalutandosi dell’8,8% nel giro di cinque sedute e terminando, venerdì 28 giugno, a 109,45 centesimi.

Ieri, lunedì 1° luglio, il balzo oltre la soglia del dollaro e 10 centesimi. Un livello raggiunto per l’ultima volta dalla scadenza principale negli ultimi giorni di novembre dell’anno passato.

La seduta ha assunto un andamento al rialzo sin dall’apertura. In corso di contrattazione, il benchmark è arrivato a un massimo di 114,10 centesimi, anche se il rally iniziale si è poi, in parte, ridimensionato.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.