sabato 24 Febbraio 2024
  • CIMBALI M2
[adning id="267609"]

L’ultimo articolo di Simonetta Peres, una riflessione a proposito del Consorzio per la tutela dell’espresso italiano

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Simonetta Peres aveva scritto lo scorso ottobre questo appassionato articolo in difesa dell’espresso italiano. Ve lo riproponiamo oggi.

 

La San Marco Leva Luxury Multiboiler

di SIMONETTA PERES (FOTO)

Lettera al Presidente del GTTC ai soci ed a tutti gli estimatori del caffè espresso

Gentilissimo Dottor Caballini,

desideriamo innanzitutto porgerle le più vive congratulazioni per l’importantissima iniziativa che sta portando avanti con l’istituzione del Consorzio per la tutela dell’espresso italiano.

Ancap, azienda produttrice di porcellana da 50 anni, specializzata in tazze ed accessori professionali , da sempre porta avanti con orgoglio una produzione 100% made in Italy, anche in questi ultimi anni particolarmente complessi .

Triestespresso

Vorremmo quindi portare alla sua attenzione ed a quella di tutti i Soci ed estimatori del caffè espresso, l’aspetto “ tazza per la degustazione”, ultimo anello della catena, ma il primo ad essere percepito dal consumatore .

Se il Consorzio nasce per tutelare il vero espresso italiano, e promuovere la vera cultura del caffè espresso, dal chicco fino alla tazzina (cito testualmente la Sig,ra Chiara De Nipoti) ci chiediamo perché torrefattori di qualità utilizzino per le loro miscele tazze di livello spesso non adeguato.

La domanda non è polemica, ma nasce dall’idea che il primo impatto visivo di un espresso è il suo contenitore.

Se vogliamo dare identità ad un prodotto d’eccellenza italiana qual è questa bevanda, crediamo che una corretta presentazione valorizzi le miscele di pregio. Non tutte le tazze sono uguali, non sono uguali le materie prime, i cicli produttivi e le caratteristiche tecniche.

Un vero strumento di degustazione deve esaltare aroma e caratteristiche di un perfetto espresso italiano e riteniamo che non si tratti di un dettaglio, anzi siamo convinti che un’adeguata presentazione permetta di differenziare e valorizzare un prodotto dalle tante sfumature che devono essere colte, offrendo al consumatore la cultura di un prodotto apprezzato nel mondo intero.

Concluderei esprimendole la nostra piena disponibilità ad appoggiare l’iniziativa e ad aderire all’associazione come hanno fatto non solo torrefattori, ma anche produttori di macchine ed altri accessori che fanno parte della filiera, ma ribadendo come anche la tazza, della quale molto spesso non viene riconosciuto il ruolo determinante nella degustazione di un buon espresso, ne faccia parte a pieno titolo.

Simonetta Peres
Responsabile Settore Torrefazione Ancap Spa

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Quamar
  • TME Cialdy Evo

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac