Home Caffè Speciali Reg Barber, i...

Reg Barber, il re dei pressini, rischia il fallimento per la guerra commerciale dei dazi

reg barber
Reg Barber

MILANO – Anche Reg Barber, il re dei pressini, paga le conseguenze della guerra commerciale del presidente americano Trump. In questo articolo, Cristina Caroli racconta la storia di questo celebre produttore, capace di realizzare con cura artigianale oggetti straordinari e iconici per i baristi specialty di tutto il mondo. I dazi rischiano di far fallire la sua azienda e la community si sta mobilitando per aiutarlo.

* Di Cristina Caroli

Sono rimasta colpita nell’apprendere dai social media della apertura di una sottoscrizione a favore di Reg Barber, ad opera della figlia, a seguito di un critico collasso economico per la sua piccola azienda.

Reg è un simbolo assoluto per tutto il panorama della Specialty Coffee Community, appassionato sostenitore dei campionati si è speso moltissimo per la crescita del circuito gare, sponsorizzando e sostenendo il network e i competitor.

Per anni e anni, in tutto il mondo, un pressino Reg Barber era un oggetto del desiderio per i baristi di alto profilo o impegnati nelle competizioni, lo ricordo bene, li guardavamo nelle foto di un internet network ai primi passi che impiegavano molti secondi per caricarsi.

Oggetti inconfondibili

Innovazione, bellezza, fantasia creativa, artigianalità, precisione assoluta contraddistinguevano i manufatti di questo sorridente artigiano canadese, divenuto ancora più famoso per esser stato il produttore dei famosissimi trofei dei Campionati mondiali Wce.

I pressini di Reg Barber sono oggetti unici

Il sogno di ogni barista era sollevarne uno, e molti dei nostri grandi campioni hanno un oggetto fatto a mano religiosamente da Reg che conservano come il ricordo più emozionante della carriera.

La fine della sua azienda cancellerebbe crudelmente l’attività di un precursore e artigiano creatore di strumenti per professionisti del caffè.

Molti esponenti di primo piano del mondo Specialty, e tanti semplici baristi, hanno offerto, e le parole che accompagnano le loro donazioni sono toccanti.

reg barber
Chiara Bergonzi con il suo amato trofeo fatto a mano da Reg

Anche un piccolo aiuto può avere grande significato, e restituire a questa persona ciò che ha profuso nel mondo delle competizioni e della tecnologia al servizio del caffè.

Mi rivolgo agli amici della Coffee Tribe e alle Aziende, che sono parte attiva e sensibile del circuito SCA e WCE, che conoscono REG da anni e possono fare moltissimo: partecipiamo e dimostriamo che quella dello Specialty è una famiglia.

Ecco il link per donare:

https://www.gofundme.com/f/reg-barber-needs-your-help/share

Queste le commoventi parole del post Instagram della figlia di Reg per l’apertura della sottoscrizione:

“Mio padre ha dedicato 30 anni all’industria del caffè, a livello locale, nazionale e globale.
È caduto in un momento difficile. Le tariffe statunitensi sui metalli tra gli altri ostacoli hanno reso impossibile la gestione della sua piccola azienda. Dopo oltre 30 anni nella creazione di utensili per caffè personalizzati, è costretto a chiudere le porte.

Reg Barber con i suoi mitici trofei

Ho visto Reg dare ben oltre i suoi mezzi negli ultimi 30 anni. È stato ispirato e si è appassionato alla cultura del barista, sostenendo le competizioni. Tutto per il barista.

Purtroppo, questo capitolo è finito, lasciandolo senza prospettive. L’obiettivo è quello di raccogliere alcuni fondi per dargli un po’di tempo per spostare i suoi rifornimenti di fabbricazione e rimettersi in piedi di nuovo. Tutto aiuta e sarebbe una benedizione per lui.”