Home Analisi di mercato Quotazioni– C...

Quotazioni– Caffè crudo, l’ampia offerta pesa sui prezzi

Il raccolto brasiliano sarà ampio e le vendite da Rio in maggio hanno visto un’accelerazione netta, Le quotazioni dell’arabica vicino al recente minimo triennale

caffè crudo produzione brasiliana

MILANO – L’offerta di caffè crudo sui mercati internazionali sarà più che sufficiente a soddisfare la domanda. Sembra sia questa semplice considerazione all’origine delle poco brillanti quotazioni del coloniale.

Caffè crudo: alcuni dati

La scorsa settimana si è conclusa con la varietà arabica a 126,95 centesimi per libbra a New York. Quindi appena 1,10 centesimi sopra il minimo triennale registrato a fine maggio. E all’origine, sul mercato fisico brasiliano, si registrano ulteriori sconti.

La prima sessione del 2013 a New York

Si era chiusa a 149,40 centesimi. Poco meglio ha fatto il contratto londinese sul caffè robusta, ora a 1848 dollari per tonnellata. Quindi 140 in meno rispetto all’inizio di gennaio.

Da notare che il mese di maggio è terminato con la varietà robusta a 1844 dollari, minimo semestrale.

Secondo gli operatori, il motivo è nell’accelerazione delle vendite brasiliane

Queste, in maggio sono aumentate del 22% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Spinte probabilmente dalla debolezza del real nei confronti con il dollaro.

In salita sono risultate anche le esportazioni da Guatemala, Costa Rica e Honduras.

Intanto nelle piantagioni brasiliane

Ovvero le più importanti del mondo, la raccolta di caffè crudo ha un ritmo veloce. Forse per scongiurare problemi meteorologici.

Resta comunque salda a Rio de Janeiro la previsione . Quella secondo cui l’annata 2013-14 contabilizzerà un raccolto molto ampio.

Il più ricco mai visto in una stagione che, a causa del ciclo vegetativo biennale, dovrebbe invece accusare una contrazione piuttosto netta.

La produzione dovrebbe arrivare a 48,6 milioni di sacchi da 60 kg, secondo la Conab

L’agenzia statale per le previsioni sui raccolti. Del totale, 36,4 milioni di sacchi riguarderanno la varietà arabica; mentre 12,2 milioni dovrebbero essere di caffè conillons, la varietà robusta brasiliana.

 

Fonte: First