domenica 25 Febbraio 2024
  • CIMBALI M2
[adning id="267609"]

Robusta nuovamente in rialzo, incidono le incertezze su Vietnam e Indonesia

Preoccupano le possibili ripercussioni del fenomeno El Niño sulla produzione mondiale di caffè. Il passaggio alla fase El Niño fa temere per i raccolti di Vietnam e Indonesia, rispettivamente primo e terzo produttore mondiale di caffè robusta. Il tutto in un anno già segnato dalla minore produzione di robusta in Brasile, causata dalla siccità dell’anno scorso nell’Espirito Santo

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – L’incertezza sui raccolti dei principali produttori mondiali, a cominciare dal Vietnam, fa rimbalzare i prezzi dei robusta, in forte rialzo nell’ultima seduta della settimana trascorsa. Il contratto principale dell’Ice Robusta (settembre) ha chiuso la seduta di venerdì 7 luglio in ripresa di 111 dollari, a 2.621 dollari, riavvicinandosi ai massimi storici del mese trascorso, quando il benchmark ha raggiunto, il 20 giugno, un picco di 2.770 dollari, il livello più elevato per la borsa londinese dal 2008.

Sempre a giugno, la media mensile dell’indicatore Ico dei robusta ha segnato i suoI massimi dal 1995. Molto diverso l’andamento dell’Ice Arabica, che ha concluso la prima settimana di luglio in parziale ripresa a 160,90 centesimi, dopo essere sceso, a metà settimana, a 158,90 centesimi, minimo dalla terza decade di gennaio per la scadenza principale.

La San Marco Leva Luxury Multiboiler

Tradizionalmente, luglio – mese più freddo dell’estate australe – è dominato dalla notizie sui rischi di gelate nella coffee belt del Brasile. Ma il pericolo appare quest’anno piuttosto remoto.

E le operazioni di raccolta procedono a pieno ritmo, con una produzione che si preannuncia abbondante e di buona qualità, fatto questo che contribuisce da settimane a stoppare i rialzi dei caffè arabica.

Triestespresso

A tenere banco è invece il dibattito sulle possibili ripercussioni del fenomeno El Niño sulla produzione mondiale di caffè.

“Il passaggio alla fase El Niño fa temere per i raccolti di Vietnam e Indonesia, rispettivamente primo e terzo produttore mondiale di caffè robusta” ha scritto Fitch Solution in un recente report.

Il tutto in un anno già segnato dalla minore produzione di robusta in Brasile, causata dalla siccità dell’anno scorso nell’Espirito Santo.

L’impatto del Niño sulla produzione della Colombia appare invece, al momento, di difficile valutazione.

In un recente report, il trader svizzero Sucafina osserva innanzitutto come non vi sia ancora consenso tra i climatologi sulla durata e sull’intensità del fenomeno.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Quamar
  • TME Cialdy Evo

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac