giovedì 29 Febbraio 2024
  • CIMBALI M2

Polonia conquistata dai caffè artigianali

Michał Wnuk: "I clienti non sono ancora stati introdotti a questo mondo. Non c’è ancora una cultura del bere caffè, per questo noi vogliamo introdurla e mostrare ai clienti quali sono i prodotti, quale scelta hanno e che esiste un’alternativa ai tipici caffè disponibili in negozio. Per convincere i consumatori a scegliere il nostro prodotto bisogna, prima di tutto, fargli assaggiare il caffè. Noi cerchiamo di essere presenti in diversi luoghi, dove conduciamo degustazioni. Penso che questo sia l’unico modo per convincere il cliente, perché solo quando lo si prova, si sente che il gusto del caffè artigianale è completamente diverso da quello disponibile in negozio. "

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Secondo Michal Wnuk, il proprietario della torrefazione Light Roast di Chelm, il mercato del caffè artigianale sta continuando a svilupparsi intensamente in Polonia. Michal Wnuk spiega che nuove torrefazioni stanno facendo la loro comparsa e i clienti sono sempre più consapevoli dei loro acquisti. Riportiamo di seguito l’articolo pubblicato su Gazzetta Italia.

Il mercato del caffè artigianale in Polonia

CHELM – Michał Wnuk, il proprietario della torrefazione Light Roast di Chełm in Polonia, in un’intervista ha valutato, tra gli altri, il mercato delle torrefazioni e l’approccio dei consumatori ai caffè artigianali.

La San Marco Leva Luxury Multiboiler

Secondo Michał il caffè artigianale è un prodotto che si sta sviluppando intensamente. Stanno emergendo nuove torrefazioni. I clienti sono sempre più consapevoli di ciò che stanno acquistando e scelgono prodotti di qualità migliore, non quelli provenienti da grandi marchi ma dalle manifatture.

Nella regione di Lublino ci sono diverse torrefazioni, circa 10. “Siamo pionieri nel nostro mercato locale a Chełm. Siamo solo all’inizio. Stiamo aprendo la strada, perché questo è un mercato ancora sconosciuto.

Triestespresso

Michał Wnuk: “I clienti non sono ancora stati introdotti a questo mondo. Non c’è ancora una cultura del bere caffè, per questo noi vogliamo introdurla e mostrare ai clienti quali sono i prodotti, quale scelta hanno e che esiste un’alternativa ai tipici caffè disponibili in negozio.”

“Per convincere i consumatori a scegliere il nostro prodotto bisogna, prima di tutto, fargli assaggiare il caffè. Noi cerchiamo di essere presenti in diversi luoghi, dove conduciamo degustazioni.”

“Penso che questo sia l’unico modo per convincere il cliente, perché solo quando lo si prova, si sente che il gusto del caffè artigianale è completamente diverso da quello disponibile in negozio.”

È difficile arrivare al bar con i prodotti offerti dalle piccole torrefazioni perché ci sono tanti contratti di esclusiva.

Bisogna trovare il momento in cui termina il contratto e poi cercare di portare il proprio prodotto al bar, quindi è sicuramente difficile al momento.

Alla domanda sulle problematiche riguardanti la disponibilità di materie prime e i prezzi del caffè Wnuk risponde: “I prezzi del caffè sono in aumento, così come quelli della maggior parte dei prodotti, bisogna accettarlo.”

“Non c’è alcun problema con la disponibilità, perché in realtà i cereali sono disponibili praticamente tutto il tempo. Nel caso in cui un tipo di cereale non c’è se ne prende un altro. Abbiamo un tale sistema per cui vendiamo i caffè che abbiamo a disposizione.”

“Se uno di loro non è disponibile, lo ritiriamo dall’offerta e la prossima volta che appare alla consegna successiva, lo mettiamo nuovamente in vendita.”

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Quamar
  • TME Cialdy Evo

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac