CIMBALI M2
mercoledì 12 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Piogge eccessive e stime al ribasso fanno ripartire i mercati a termine del caffè

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Dopo la siccità è ora la pioggia eccessiva in Brasile a preoccupare i mercati del caffè, mentre analisti e addetti ai lavori appaiono sempre più pessimisti quanto all’entità del prossimo raccolto del primo produttore mondiale. Risultato: il contratto per scadenza marzo dell’Ice Arabica – dopo tre sedute consecutive al rialzo, che hanno portato a guadagni complessivi nell’ordine del 5% – è volato, martedì 14 febbraio, a 183,55 centesimi: il livello massimo, per la scadenza principale, dal 25 ottobre scorso.

Il rally si è interrotto bruscamente ieri, mercoledì 15 febbraio, con forti prese di beneficio indotte dal dollaro in ripresa, che spinto il benchmark al ribasso di 670 punti, a 176,85 centesimi.

Arretra anche l’Ice Robusta , che lascia sul terreno 19 dollari chiudendo la giornata a quota 2.048 dollari, al di sotto dei massimi della prima decade del mese.

A New York, le scorte certificate sono scese ieri a 844.914 sacchi, sotto il massimo degli ultimi 7 mesi e mezzo, di 891.933 sacchi, stabilito mercoledì 8 febbraio: un livello tuttora storicamente basso, ancorché in netta ripresa dal minimo di 382.695 sacchi dello scorso novembre.

Non va meglio a Londra, dove gli stock si attestano ad appena 5.933 lotti da 10 tonnellate: minimo dall’avvento delle nuove regole del contratto avvenuto nel 2016.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie