Home Analisi di mercato New York vola...

New York vola sopra i 160 cents, in Brasile i produttori chiedono di rinegoziare i contratti

New York Brasile raccolto brasiliano
La raccolta di caffè nel Cerrado (Brasile)

MILANO – Finale di settimana col botto sulla borsa di New York: +700 punti per la scadenza principale dell’Ice Arabica, che ha superato di slancio la soglia dei 160 centesimi per libbra. E così, il contratto per scadenza luglio ha chiuso, venerdì 28 maggio, a 162,35 cents per libbra: il livello massimo, per la borsa di oltreoceano, dal novembre del 2016. Vola anche l’Ice Robusta, che inanella il quinto rialzo consecutivo terminando la sua corsa settimanale a 1.583 dollari: per la borsa londinese è il livello massimo degli ultimi due anni e mezzo.

Il quadro dei fondamentali rimane sostanzialmente lo stesso. In Brasile, l’emergenza siccità si sta facendo sempre più preoccupante. Il National Weather Service (Nws), l’agenzia governativa statunitense, che si occupa delle previsioni meteorologiche, ha dichiarato l’emergenza idrica per 5 stati brasiliani, tra cui Minas Gerais, San Paolo e Paraná (rispettivamente: primo, terzo e sesto produttore brasiliano di caffè, ndr).

Il Nws definisce il deficit di precipitazioni “grave” e anche le previsioni per i prossimi 3 mesi non sono incoraggianti.

La tensione rimane fortissima in Colombia, dove il presidente Iván Duque ha annunciato il dispiegamento di 7 mila soldati per dare manforte alla polizia e rimuovere i blocchi stradali, che stanno paralizzando comunicazioni e commerci.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.