Home Catene di caffetterie Luckin Coffee...

Luckin Coffee, nuova svolta: l’assemblea degli azionisti licenzia l’ideatore Lu Zhengyao

Luckin Coffee
Charles Zhengyao Lu, fondatore ed ex presidente della catena cinese Luckin Coffee

MILANO – Ennesima svolta nelle tormentate vicende societarie di Luckin Coffee: gli azionisti, riuniti domenica in assemblea straordinaria, hanno revocato la carica del fondatore e presidente Charles Lu Zhengyao. Lu era uscito indenne la settimana scorsa da un voto di sfiducia del Board, per difetto della maggioranza qualificata richiesta.

Questa volta, la scure dell’assemblea si abbattuta inesorabilmente sul padre fondatore dell’azienda e su due altri componenti del board – Li Hui e Liu Erhai – nonché sul direttore indipendente Sean Shao, che ha condotto l’indagine interna che ha portato alla scoperta della frode contabile da mezzo miliardo di dollari, di cui si è reso responsabile il management aziendale.

L’assemblea ha inoltre nominato due nuovi direttori indipendenti: Zeng Ying e Yang Jie. Il primo è un partner di Orrick Herrington & Sutcliffe LLP: un prestigioso studio internazionale di San Francisco. Il secondo è vice decano della China University of Political Science and Law’s business school.

La notizia si è appresa esclusivamente da fonti stampa, dal momento che a tuttora non è giunta alcuna comunicazione ufficiale da parte della società.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.