giovedì 11 Aprile 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

Kenya: la produzione del tè raggiunge le 540mila tonnellate nel 2021

Negli anni, tuttavia, diventerà sempre già difficile coltivarlo. Le aree del paese con le condizioni ideali per la coltivazione intensiva di tè scenderanno del 25% entro il 2050, quelle con condizioni accettabili addirittura del 40%

Da leggere

Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Il tè in Kenya è un fattore di estrema importanza per l’economia del Paese. Lo sviluppo di questo settore, che produce gran parte del tè nero consumato nel mondo, è però minacciato dai cambiamenti climatici in atto anche nell’Africa Orientale. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo pubblicato sul portale Alice for Children.

A quanto ammonta la produzione di tè in Kenya?

Nel corso del 2021, la produzione di tè in Kenya ha raggiunto le 540 mila tonnellate, in leggera crescita rispetto all’anno precedente. Rappresenta una delle principali merci di esportazioni del paese e dà lavoro a quasi 3 milioni di persone, contando tutta la filiera. Si parla quindi di un settore di vitale importanza per l’agricoltura del paese.

Triestespresso

L’impatto del cambiamento climatico

Negli anni, tuttavia, diventerà sempre già difficile coltivarlo. Le aree del paese con le condizioni ideali per la coltivazione intensiva di tè scenderanno del 25% entro il 2050, quelle con condizioni accettabili addirittura del 40%.
I cambiamenti climatici renderanno anche molto più difficile trovare nuove aree e regioni in cui inserire le coltivazioni.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Dalla Corte

Ultime Notizie

  • TME Cialdy Evo
Carte Dozio
Mumac