Home Aziende Industria L’iconi...

L’iconico omino con i baffi simbolo della Bialetti è ritornato In televisione per il centenario

omino coi baffi
In versione 3d torna sugli schermi l'Omino Bialetti

MILANO – Molti lo ricordano con simpatia per i Caroselli degli anni Cinquanta e Sessanta di cui era protagonista e che lo hanno fatto diventare l’icona di un’epoca: l’ Omino con i Baffi Bialetti torna in tv in occasione del centenario di un’azienda, sinonimo di qualità e design made in Italy, che ha segnato la storia del caffè e della pubblicità italiana.

Omino coi Baffi: il personaggio distinto in elegante abito nero e papillon

Con l’immancabile cappello borsalino, il nasone ovale e i baffi neri, l’Omino disegnato da Paul Campani e caricatura del signor Bialetti stesso è ora 3D e a colori. Rinnovato nell’immagine, ma ancora testimonial delle ultime novità Bialetti, le capsule della linea Il Caffè d’Italia e l’originale macchina espresso Opera.

La nuova campagna Bialetti, firmata Triboo e Black Mamba, celebra così i cento anni dell’azienda. Si parte quindi dalle origini, dalla Moka che proprio Bialetti inventò nel 1933, garanzia di valori che provengono dall’esperienza e dall’attenzione alla qualità che da sempre contraddistinguono il brand. Per presentare novità ed evoluzione della marca: da inventore della Moka a esperto di caffè in tutte le sue forme.

C’era una volta il Carosello… e ora c’è lo spot!

Il 6 gennaio 1958 l’Omino coi Baffi appare per la prima volta sugli schermi televisivi italiani: sarà un successo che durerà fino al 1968. L’Omino Bialetti, in veste di presentatore, si rivolgeva ai telespettatori proponendo dei brevi telequiz legati alle piccole attività domestiche, come ad esempio aggiustare un rubinetto o riparare un vestito.

Le soluzioni proposte erano sempre un po’ fantasiose e di difficile realizzazione; una cosa sola sarebbe stata semplice: fare un buon caffè grazie alla Moka Express Bialetti. Loquace, divertente e ironico, il suo tormentone “eh sì sì sì… sembra facile” ha fatto scuola.

Nel nuovo spot l’Omino con i baffi Bialetti veste i panni dell’aiutante che tutti vorrebbero

Di prima mattina esce dal televisore e, portando in braccio le capsule di caffè provenienti dalla sua torrefazione, raggiunge la cucina e prepara il caffè per la padrona di casa, sorprendendola con un espresso perfetto. Frutto della combinazione unica delle capsule della linea Il Caffè d’Italia e della nuova macchina espresso Opera. “Per un Buongiorno dall’aroma inconfondibile”.

‹‹Tornare in comunicazione dopo tanto tempo, proprio in occasione di un traguardo importante come quello del centenario dell’azienda, è per noi motivo di orgoglio e soddisfazione. Per farlo non potevamo che scegliere il testimonial più amato di Bialetti, l’omino con i Baffi, da sempre icona del brand e sintesi perfetta dei valori aziendali – commenta Francesco Falletti, General Manager Business di Bialetti – Lo spot sottolinea e costruisce sulla profonda esperienza di un love brand come Bialetti che è nelle case di tutti noi da cento anni: è l’Omino stesso il sigillo di garanzia del rito del vero espresso italiano e della qualità che da sempre caratterizza la nostra offerta di prodotto; dalla moka, fino alla nostra linea di miscele di alta qualità in capsule “Il Caffè d’Italia” e alla nostra nuovissima macchina Opera››.

Le novità prodotto

Presentate con il nuovo spot, le novità prodotto sono due:

La linea Il Caffè d’Italia ripercorre di città in città le diverse fragranze, i gusti e le tradizioni dell’arte di fare il caffè. Grazie ad un’accurata ricerca commissionata dal brand, nascono miscele uniche – disponibili in capsule e in macinato per Moka– che invitano i
consumatori a percorrere il bel Paese, attraverso la tazzina di caffè.

Opera è la nuova macchina espresso il cui design si ispira al sipario di un teatro e alla
tradizione unica dell’opera italiana. Interamente disegnata in Italia, è elegante,
originale e compatta, adattandosi a ogni cucina senza rinunciare alle prestazioni elevate.
Funziona con tutte le capsule della linea Bialetti Il Caffè d’Italia.