Home Aziende Kaleidos: dal...

Kaleidos: dalle porcellane al plexiglas, un aiuto al settore dei pubblici esercizi per ripartire

Per aiutare ad affrontare i problemi creati dal lockdown e spinti dalla voglia di sostenere i clienti in questa fase critica, Kaleidos ha spostato tutte le scadenze dei pagamenti di marzo e aprile al 30 settembre per lasciare ai clienti un po’ di liquidità e potersi risollevare

kaleidos
Nuove soluzioni per l'Horeca

MILANO – Attorno al settore dell’Horeca ruotano tanti tipi di attività, comprese le aziende che riforniscono i bar e i ristoranti dei prodotti per il servizio: ne è un esempio Kaileidos, attività che nasce nel 2010 in provincia di Brescia, e che però ha la sua vera origine dal dopoguerra in poi, e che arriva oggi alla sua terza generazione: dopo il nonno e poi il padre Alberto, oggi è Felice Rossi l’amministratore delegato dell’impresa.

L’obiettivo di Kailedos

E’ quello di proporre prodotti che si differenzino da quelli standard. Che mantengano la propria esclusività e che consentano soprattutto al ristoratore di allestire delle mis en table originali a prezzi interessanti, aiutandolo così a spiccare tra la concorrenza. Ad esempio, le tazzine sono personalizzate seguendo le richieste particolari dei clienti e delle torrefazioni anche per quanto riguarda la forma e la rappresentazione del logo.

Come spiega bene Alberto Rossi: “Oggi si mangia non soltanto col palato ma anche con gli occhi e proprio per questo conta molto il supporto per mettere in mostra al meglio le proprio pietanze. Cerchiamo quindi di fornire articoli originali, convenienti e che abbiano più funzioni: lo stesso prodotto può esser impiegato per i primi, i secondi e il dessert. Per i prossimi progetti, vorremmo inoltre trovare materiali nuovi che vengano incontro al discorso ecologico, e siano sostenibili per l’ambiente. “

Da sempre, l’azienda porta nel suo dna una vocazione internazionale per l’importazione dei prodotti

Sin dai tempi in cui la porcellana era principalmente prodotta in Baviera. Negli anni ha
sviluppato una struttura piuttosto smart: infatti, i titolari sono a diretto contatto sia con gli agenti che con i clienti e i distributori. Inoltre, non ci sono passaggi burocratici complessi da gestire e le consegne sono molto rapide. Gli stock sono elevati e c’è sempre merce a disposizione per far fronte alle richieste nel giro di 24/48 ore.

Kaleidos può contare su un’esperienza di lungo termine che si basa sulla conoscenza delle fonti di approvigionamento migliori per proporre degli articoli caratterizzati da un ottimale rapporto qualità-prezzo.

Kaleidos è quindi un editore più che un produttore

Partendo dai disegni ideati al proprio interno e commissionando poi gli stampi secondo le proprie specifiche, crea oggetti personalizzati sia per il consumatore privato in relazione al sito kailedosmilano.it che, più di recente, per il settore Horeca.

Il sostegno contro la crisi pandemica

Per aiutare ad affrontare i problemi creati dal lockdown e spinti dalla voglia di sostenere i clienti in questa fase critica, Kaleidos ha spostato tutte le scadenze dei pagamenti di marzo e aprile al 30 settembre per lasciare ai clienti un po’ di liquidità e potersi risollevare.

L’azienda inoltre ha anticipato la cassa integrazione ai dipendenti contenendo il più possibile le conseguenze del lockdown, restando in attività solo per la parte delle vendite online, con orari e personale ridotti. Attualmente la ripresa è promettente soprattutto nel mondo dell’online e nel settore casalingo. L’horeca ancora fatica, ma ci sono già segnali promettenti.

Consapevoli delle difficoltà legate alle misure anti-Covid, che hanno reso e rendono complicata e spesso anti-economica la riapertura di ristoranti, bar, tavole calde e mense, i responsabili della società Allreds, detentrice dello storico marchio Kaleidos, hanno inoltre deciso di mettersi al fianco di baristi e operatori della ristorazione proponendo a prezzi estremamente convenienti alcune soluzioni che possono far ovviare al distanziamento sociale.

Recuperando spazi e posti a sedere ai tavoli e al bancone, si evitano le code fuori dai locali e si recuperano gli incassi. Tutto quindi è nato dalla necessità di venire incontro alle difficoltà vissute dal settore. Inizialmente scontradosi da un lato, con un po’ di ritrosia: mangiare con il pannelli divisori infatti, dà l’impressione che venga a mancare la convivialità e il piacere di esser vicini. Dall’altro lato però, il pannello è talmente trasparente che non si perde poi molto l’intimità del rapporto e consente allo stesso tempo ai gestori il recupero degli incassi.

Dichiara Felice Rossi, amministratore della Allreds s.r.l.

“Sappiamo che le barriere in plexiglas non sempre sono gradite. Ma l’impatto visivo è veramente limitato, grazie alla trasparenza del plexiglas, e i vantaggi che le nostre soluzioni possono portare ritengo siano di grande aiuto in questi difficili momenti; innanzitutto la spesa: vedendo i prezzi che appaiono in internet e informandoci circa il costo sostenuto da chi li ha acquistati abbiamo avuto l’impressione che ci sia stata una certa speculazione sul plexiglass; le nostre quotazioni lo dimostrano.

Il comune pannello para-fiato in plexiglass, autoportante, con spessore 3 mm e misura cm 70×60

Parete mobile batteriostatica

Proposto al prezzo di 14 € iva esclusa. Un pannello in plexiglass spessore 3 mm, da 40 cm per un’altezza di 90 cm, completo di morsa per agganciarlo al tavolo o al bancone del bar, lo proponiamo a 22 €.

Le persone che si accostano al bancone del bar o alla reception, possono in tal modo essere separate senza bisogno di restare a distanza, così come possono essere separati i posti a sedere nei tavoli lunghi o nelle mense, senza doverli distanziare.

 

Pannello divisore trasparente

Per la cassa abbiamo fatto realizzare un doppio pannello da cm 70 + 30 x H 60 cm, spessore 3 mm, al costo di 26 €. Il pannello principale ha un’apertura per il passaggio di documenti, pos ecc.

Il secondo pannello è da montare con due cerniere sempre in plexiglass, così da avere un angolo che protegge la cassa su due lati. Lo stesso pannello è utile anche per i tavoli, perché divide i posti tavola sia di fronte che di lato e attraverso l’apertura consente di passare i condimenti, i grissini e quant’altro.

Molto interessanti sono infine le barriere in pvc batteriostatico, montate su comode ruote
piroettanti per un loro facile spostamento. Dividendo i tavoli con queste barriere non è più
necessario distanziarli; si crea nello stesso tempo una maggiore intimità, che penso sia gradita: quante volte ci siamo trovati a sentire involontariamente i discorsi di chi era seduto al tavolo vicino… Il costo di questa parete lunga 100 cm e alta 150, completa di 4 ruote, è di 85 €.”

Kaleidos dalla parte di chi riparte

“Certo – conclude Felice Rossi – su questi prezzi non abbiamo margini ma ci teniamo a fare la nostra parte per contribuire alla ripresa del settore. Il nostro core business è nella vendita di prodotti per la tavola in porcellana e vetro per il settore Horeca oltre che tazze in porcellana per i torrefattori, e proprio quest’anno abbiamo proposto diverse nuove collezioni, originali nelle forme e decorazioni e molto competitive.

La società di cui sono amministratore è nata 10 anni fa, ma in famiglia rappresento la terza generazione che si occupa di questo mondo e abbiamo una profonda conoscenza sia dei materiali che delle esigenze della clientela, esperienza che sfruttiamo sia per creare prodotti innovativi ed originali, ma nello stesso tempo competitivi, che per dare risposte
efficaci ai bisogni della clientela, con particolare attenzione al servizio, fatto di consegne rapide, stock disponibile e servizio post-vendita. Gli stimoli non ci mancano, siamo certi di poter raccogliere interesse e consensi pur nell’incertezza di questi periodi.”

Poiché il sito è attualmente in corso di aggiornamento, chi fosse interessato a visionare il catalogo 2020 può farlo dal sito www.kaleidosmilano.com, sezione cataloghi -> horeca, oppure contattare l’azienda via mail a commerciale@kaleidosmilano.com.

Il logo Kaleidos