CIMBALI M2
giovedì 13 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

illycaffè premia ricerca e innovazione, nella startup Columbus Egg

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

TRIESTE – I punti chiave su cui da tempo insiste con successo illycaffè, possono esser riassunti nelle parole open innovation. Lo studio per trovare nuove soluzioni, è soprattutto al giorno d’oggi, la sola via da seguire per continuare a crescere. Si tratta proprio di una filosofia aziendale, tradotta nel concreto anche tramite l’organizzazione di alcuni eventi a sostegno di startup che seguono la stessa linea. L’esempio in tal senso è Corporate Fast Track del Premio Marzotto. La finale si è svolta giovedì 22 novembre, ospitata nel Museo MAXXI a Roma. Furio Suggi Liverani, corporate director dell’R&D illycaffè, lo conferma con le sue parole d’esordio in questa occasione: “illycaffè innova da sempre”. Riprendiamo quindi da thefoodmakers.startupitalia.eu, un articolo che descrive la scelta dell’azienda triestina, di premiare la startup Columbus Egg. Scritto da Luca Annunziata.

Columbus Egg e il nuovo packaging per gli alimenti completamente edibile e biodegradabile

“Siamo stati i primi ad andare sul mercato col caffè porzionato in cialde e capsule – ricorda il manager illy – quel settore che oggi costituisce una parte fondamentale del mercato”.

Oggi illycaffè è un’azienda con due anime. Da un lato il caffè e tutti i prodotti consumabili, dall’altro una fiorente e all’avanguardia produzione di dispositivi per consumare il caffè (e non solo). Macchine e accessori, per intenderci. “Sono due industrie differenti – sottolinea Suggi Liverani – una di processo e l’altra manifatturiera. Dal punto di vista dello sviluppo abbiamo investito per diversificare anche la ricerca, due ingegnerie distinte perché parliamo di sviluppi completamente diversi”.

La ricerca illycaffè spazia in molto settori

Dalla ricerca fondamentale, applicativa, a quella ingegneristica. “Il cuore della ricerca è ovviamente il caffè” precisa Suggi Liverani, ricordando lo sforzo congiunto portato avanti con Lavazza che ha portato al sequenziamento completo del genoma della variante arabica del caffè, che oggi è stato anche messo a disposizione di tutta la comunità scientifica.

illycaffè prosegue oggi impegnandosi nella ricerca sulla resilienza della pianta del caffè

“I cambiamenti climatici stanno mettendo seriamente a rischio l’arabica: le varietà che oggi sono coltivate sono tutte imparentate tra loro. Un po’ come succede in tutti gli altri settori dell’agricoltura intensiva. Un singolo virus potrebbe metterle seriamente a rischio, e noi non vogliamo che ciò accada”.

In quest’ottica si esprime tra l’altro l’impegno di illycaffè per l’open innovation: “Per questo sosteniamo gruppi di ricerca in diversi paesi. Soprattutto quelli in cui si coltiva il caffè, per iniziare a diversificare la produzione e sviluppare piante più resistenti”.

Differenziare per crescere

Il rapporto di illycaffè con il Premio Marzotto è ormai un sodalizio stabile: “Qui possiamo toccare con mano cosa succede nel mondo accademico. Molte delle startup che abbiamo incontrato infatti, provengono da quell’ambito e si spostano verso l’industria”. Quello a cui si assiste è dunque un concreto trasferimento tecnologico, un altro modo se possibile di guardare all’innovazione attraverso formule diverse da quelle consolidate.

 

Un percorso che in passato si è incarnato in occasioni di confronto con startup e maker, come il Coffee-Hack di illy Foundry rivolto a loro. “Non produciamo solo caffè – conclude Suggi Liverani – oggi siamo attivi anche nel settore alimentare: e quando ci avviciniamo a un nuovo mercato, abbiamo dalla nostra un network di persone e aziende che ci supportano nello sviluppo di nuovi prodotti”. Una autentica open innovation, insomma.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie