giovedì 11 Aprile 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

Il caffè è tra le poche commodity che si sono rivalutate a giugno

Da leggere

Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Cosa hanno in comune caffè e succo d’arancia? Nulla, se non il fatto di essere tra le poche commodity agricole ad essersi rivalutate il mese scorso. Ma si parla della media rilevata dagli indicatori statistici. Se ci soffermiamo sull’andamento giornaliero scopriamo infatti che l’Ice Arabica ha chiuso, giovedì 30 giugno, a 230,10 centesimi per libbra. Sotto i 231,25 dell’ultima seduta di maggio.

L’Ice Robusta ha descritto una più accentuata parabola discendente, che lo ha portato a concludere il mese di giugno a 2.033 dollari per tonnellata, contro 2.106 dollari a fine maggio.

Triestespresso

I ribassi sono proseguiti in questo primo scorcio del mese.

New York ha terminato la settimana a 220,45 centesimi, dopo aver toccato, giovedì 6 luglio, un minimo di 219,20 centesimi.

Si risolleva parzialmente Londra. Dopo sei ribassi consecutivi, il contratto per scadenza settembre ha chiuso, venerdì 7 luglio, in ripresa di 37 dollari, a quota 1.981 dollari.

Per trovare prezzi più bassi bisogna tornare all’agosto scorso.

L’instabilità del quadro internazionale accentua la volatilità in un periodo dell’anno già normalmente nervoso

Sul fronte meteo, il tempo rimane secco e soleggiato in Brasile, con temperature superiori ai 10 gradi.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Dalla Corte

Ultime Notizie

  • TME Cialdy Evo
Carte Dozio
Mumac