Home Analisi di mercato Ico Report: i...

Ico Report: in Brasile previsto per il 2018/19 un raccolto record da 60 milioni di sacchi

MILANO – Prezzi sempre più giù, addirittura ai minimi degli ultimi 11 anni. Il report Ico per il mese di luglio registra un’ulteriore caduta degli indicatori, che toccano nuovi minimi storici.

La media mensile dell’indicatore composto segna la seconda flessione consecutiva (-2,9%) e scende sotto la soglia psicologica dei 110 centesimi, a 107,20.

Per trovare un valore più basso bisogna tornare a dicembre 2013, quando l’indicatore si attestò a 106,56 centesimi.

FRANKE
Triestespresso quadrato

Considerando le serie storiche per il solo mese di luglio, inoltre, è dal 2007, che la media mensile non scendeva così in basso (106,20 centesimi a luglio 2007).

Analogamente, tutti gli indicatori degli arabica sono ai minimi dall’ultimo trimestre 2013, in linea con la performance storica della borsa newyorchese.

Rispetto ai valori di giugno, i colombiani dolci arretrano del 3,3%; gli altri dolci del 2,6%; i brasiliani naturali addirittura del 4%. Più contenuta, ma comunque apprezzabile, anche la flessione dei robusta (-1,9%), che scivolano ai loro minimi da maggio 2016.

Ancora più accentuate le cadute degli indicatori delle borse: New York perde il 5,1%; Londra il 2,4%.

Da ottobre 2017 a luglio 2018, la media mensile ha presentato variazioni con il segno meno 7 volte su 10 subendo complessivamente un calo del 10,67%.

È attesa un’annata record