Home Organizzazioni Ico-Icco Ico, il rappo...

Ico, il rapporto sul mercato del mese di novembre del direttore esecutivo

Scendono i robusta, ma si impennano gli arabica. Indicatore a 103,48 cents. Atteso per il 2007/08 un deficit pari almeno a quello del 2005/06. La variabile chiave? Le scorte dei paesi consumatori

LONDRA – Alla luce delle cifre Conab diffuse venerdì scorso, il direttore esecutivo ha aggiornato la sua stima sulla produzione mondiale 2006/07 portandola a 121 milioni di sacchi circa.

La graduale immissione nel mercato del raccolto vietnamita ha contribuito a tenere a freno i prezzi dei robusta.

A lievitare sono stati però gli arabica, che hanno sfondato la soglia dei 120 cents. L’indicatore Ico è salito a 103,48 cents contro i 95,53 di ottobre.

Sul mercato newyorchese sta cominciando a pesare sin d’ora il deficit di offerta previsto per il 2007/08.

In base alle stime preliminari della stessa Conab sul prossimo raccolto, il rapporto Ico prefigura, per la l’annata a venire, un deficit di offerta perlomeno pari a quello del 2005/06.

Con questo outlook, le scorte dei paesi consumatori saranno la variabile chiave. Domani il commento dei nostri esperti.