Home Caffè Torrefattori Gruppo illy: ...

Gruppo illy: investitori di lungo periodo interessati ad affiancare la famiglia

il polo del gusto
Riccardo Illy responsabile della holding del gruppo

MILANO – La famiglia Illy starebbe ragionando su un riassetto di Gruppo illy. L’ipotesi, che tiene banco tempo, è stata rilanciata la scorsa settimana da Carlo Festa sulle colonne del Sole24Ore.

Secondo il quotidiano economico milanese, nuovi soci finanziari potrebbero entrare sia in illycaffè che nella sub-holding, in via di costituzione, dove dovranno confluire i marchi Domori (cioccolato), Mastrojanni (vino), Dammann Frères (tè).

Per quest’ultima, di cui si sta occupando Riccardo Illy, vi sarebbe la prospettiva della quotazione in borsa.

WEGA
MAZZER

Ma il caffè resta il core business

E proprio illycaffè – secondo Festa – costituirebbe il dossier più delicato. Il prestigioso marchio triestino di caffè gourmet è entrato da poco nel business delle capsule Nespresso-compatibili, attraverso la partnership siglata con Jde.

Quest’ultima produrrà e distribuirà, a livello internazionale, le nuove capsule nel canale Retail (sia nella Distribuzione Moderna, sia nel tradizionale). illycaffè si occuperà invece della distribuzione in Italia e in tutti gli altri canali di vendita.

Quali le possibili strategie di sviluppo?

L’azienda realizza quasi i due terzi del suo fatturato fuori dall’Italia. In un mercato mondiale del caffè che sta conoscendo una fase di fortissima concentrazione, quali saranno le mosse del gruppo triestino?

IlSole24Ore raccoglie le voci secondo le quali la famiglia Illy starebbe prendendo in considerazione le manifestazioni d’interesse di fondi di private equity e fondi sovrani, che si sarebbero detti pronti a investire in minoranza con un orizzonte temporale di medio lungo termine e una strategia paziente.

Una svolta importante, dal momento che le avance di potenziali compratori erano state sin qui rifiutate. Al pari dell’idea della quotazione in borsa.

Quale l’identikit dei potenziali soci di minoranza?

Secondo l’articolo, il profilo potrebbe essere quello di partner finanziari – fondi come, ad esempio, Temasek e Gic – in grado di iniettare nuove risorse per lo sviluppo e la crescita dell’azienda sulla scena globale.