CIMBALI M2
mercoledì 17 Luglio 2024
CIMBALI M2

Germán Bahamón, ceo Fnc, al Forum Scta: “Senza i giovani nelle campagne è a rischio l’intera industria”

Da leggere

TME Cialdy Evo
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Vibrante intervento del ceo della Federazione colombiana del caffè (Fnc) Germán Bahamón al Forum annuale dell’Associazione svizzera dei negozianti in caffè (Scta), che si è svolto il 21 e il 22 settembre a Basilea. Alcuni dei passaggi salienti del discorso del numero uno del caffè colombiano sono stati ripresi in un comunicato diffuso dalla Federazione.

Le aziende che fanno parte dell’influente associazione ginevrina rappresentano oltre il 50% del verde commerciato a livello mondiale.

La Colombia era l’ospite speciale di questo evento esclusivo giunto quest’anno giunto alla sua 14a edizione.

Davanti a un pubblico composto dalla crème de la crème dell’industria mondiale, Bahamón ha ribadito la necessità di una catena del valore più equa e redditizia, che remuneri adeguatamente i produttori.

“Non vogliamo la carità, vogliamo profittabilità” ha scandito Bahamón dalla tribuna del Forum. Non siamo venuti qui per presentare le nostre rimostranze – ha aggiunto – ma anzi per annunciare che i produttori colombiani vogliono fare parte della catena del valore del caffè, per creare benessere, lavoro e contribuire all’industrializzazione della Colombia.

“Lavoreremo per formare i giovani in agronomia, cup tasting, caffetteria e torrefazione, in modo da creare anche in Colombia una nuova cultura di consumo generazionale, che andrà a vantaggio di tutti”.

Molto critici anche i rilievi di Bahamón sui nuovi standard ecologici e di sostenibilità introdotti dall’industria mondiale.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

  • Water and more
  • Carte Dozio