Home Bar Caffetteria Campionati Baristi GARE /3– Sele...

GARE /3– Selezioni dei campionati baristi e latte art a Piacenza. Con pulyCAFF qualificati due finalisti CIBC e CILA

Piacenza gianfranco Carubelli pulycaff
Gianfranco Carubelli Pulycaff

PIACENZA – Si sono svolte nell’ampia sala formazione della società MyService – Servizi per la ristorazione di Piacenza, le selezioni che hanno qualificato due finalisti alle gare di caffetteria e di latte art che si svolgeranno il prossimo gennaio nell’ambito di Sigep, a Rimini. Sponsor della tappa emiliana è stata pulyCAFF, che ha annunciato e mantenuto l’impegno di trasformare l’appuntamento in spettacolo.

Hanno catalizzato l’attenzione dei numerosi convenuti le gare del Campionato italiano baristi caffetteria che ha visto Davide Berti meritare il primo posto e, nel pomeriggio, quello di Latte Art, in cui ha primeggiato Giuseppe Musiu, già vincitore della tappa di Pescara, dunque qualificato per la finale; per questo, da Piacenza andrà a Rimini il secondo classificato della giornata, Emilio Repetti.

Ha animato la giornata un Marcello Vitellone, presidente Acib – Associazione campionati baristi italiani, più che mai in forma e desideroso di dare maggiore vitalità ed eco all’organizzazione.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Un primo passo in tal senso è stato il coinvolgimento nella giuria, presieduta da Andrea Lattuada coordinatore italiano di Scae, di giornalisti, tra cui il giovane Luca Dell’Orco, Osvaldo Murri, reporter e giornalista enogastronomo e Nadia Rossi, collaboratrice di Bargiornale.

L’auspicio è che il (buon) caffè possa trovare sempre più spazio su ogni tipo di media.

Largo ai big

Nel corso della mattinata ha salutato i concorrenti e i numerosi convenuti Ettore Diana. Al neo campione Iba – International bartender association, sono andati gli applausi e l’ammirazione di tutta la platea. Tra cui c’era un’altra campionessa: Chiara Bergonzi, prima al Campionato italiano latte art 2012. E settima alle finali di Seoul – Sud Corea – dei primi di novembre.

Aveva detto di voler “appendere a un chiodo” la lattiera almeno per un anno. Ma l’invito a ripresentarsi alla finale di Rimini per tentare una nuova finale mondiale è stato unanime. Probabilmente ci ripenserà!

Ed è stata lei, nel pomeriggio, a sottolineare l’importanza di una corretta pulizia della macchina e del macinadosatore. Al fine di assicurare l’erogazione espressi sempre perfetti. Senza alcun odore o sapore di rancido trasmessi da macine in cui è rimasta intrappolata la polvere di caffè. O campane e dosatori in cui il prodotto ha sostato a lungo. Rlasciando gli oli che hanno aderito alle pareti, degenerando rapidamente.

Confronto Brgonzi-Antonelli

Mentre ripuliva gruppi e lancia vapore, tra lei e Andrea Antonelli, trainer di Asachimici, si è instaurato un interessante confronto. Centrato sulla praticità e l’efficacia di prodotti quali pulyCAFF, per la pulizia dei gruppi, pulyMILK per la lancia vapore. Ma anxhe pulyGRIND per le macine del grinder, con la passata finale di pulyBarsteryl, che pulisce con una passata tutte le superfici – tramoggia compresa – in pochi secondi e senza la necessità di alcun risciacquo.

In chiusura di giornata, Gianfranco Carubelli, titolare di Asachimici, ha consegnato ai vincitori una targa e a tutti i partecipanti un omaggio firmato pulyCAFF.