lunedì 27 Settembre 2021

Gaggia Classic celebra 30 anni con la limited edition firmata Gaballo

Per questa importante ricorrenza, Gaggia Milano ha voluto dar vita a una straordinaria limited edition di 3.000 pezzi, interamente prodotta in Italia, personalizzata grazie alla collaborazione con l'artista e designer Pierpaolo Gaballo.

Da leggere

MILANO – E’ il 1991 quando Gaggia, dopo il successo della Baby Gaggia, presenta al mercato “Classic”, la manuale da subito amata in tutto il mondo, simbolo dell’autentico espresso italiano con “crema naturale”, must have per i coffee lovers di ieri e di oggi. Dopo trent’anni, “Classic” resta un best-seller capace di esprimere perfettamente la storia, l’affidabilità e i valori del marchio. Caratterizzata da una carrozzeria in acciaio inox e linee decise, questa macchina per uso domestico coniuga pienamente la lunga tradizione professionale di Gaggia a un design iconico e senza tempo.

Tra gli elementi distintivi ci sono il gruppo e il portafiltro in ottone cromato, la valvola solenoide a 3 vie per il controllo costante della pressione all’interno del portafiltro, i tre
filtri per preparare un espresso perfetto secondo il proprio grado di esperienza, la lancia a vapore a due fori per ottenere un’emulsione latte perfetta.

Gaggia Milano: la celebrazione del 30esimo anniversario della “Classic” rappresenta una preziosa occasione per sottolineare l’orgoglio di una produzione tutta made in Italy

La Limited Edition

E per ricordare l’heritage del brand Gaggia, che permette ai veri appassionati dell’espresso italiano con “crema naturale” di far vivere quotidianamente il rituale del barista a casa propria.

Per questa importante ricorrenza, Gaggia Milano ha voluto dar vita a una straordinaria
limited edition di 3.000 pezzi, interamente prodotta in Italia, personalizzata grazie alla
collaborazione con l’artista e designer Pierpaolo Gaballo.

Lo studio creativo proposto per il trentesimo anniversario della “Classic” esplora il tema dell’acrobata. Dice Gaballo:

“Ho scelto questo personaggio, perché, riflettendo sulle sue peculiarità, ho ravvisato un naturale parallelismo con l’Home Barista; entrambi trovano nella destrezza, nella pratica e nell’equilibrio le ragioni del loro successo. Uno sul palco, davanti al pubblico, e l’altro nell’intimità della propria casa. Ho immaginato un personaggio poetico che, con il mio segno stilistico, esprimesse bellezza ed estro”.

L’idea ha subito conquistato Gaggia, come spiega Monica Milanovich, brand and communication manager: “L’acrobata ci è sembrato davvero perfetto per raccontare la passione che anima chi possiede una Classic: chi la sceglie si dedica quotidianamente alla preparazione del suo espresso, in un gioco di equilibri tra miscele, impostazioni di macinatura, pressatura”.

Il tema scelto da Pierpaolo Gaballo e la sua cifra artistica hanno permesso non solo di
vestire la carrozzeria della macchina in modo armonico e sorprendente, ma anche di creare una coloratissima illustrazione su carta, originale omaggio a coloro che acquisteranno Gaggia Classic 30 e che troveranno inclusa nel pack.

L’immagine dell’acrobata si sdoppia così per esprimere le due anime della macchina: da una parte, la più pura essenza di Classic, semplice, pulita e minimal

Dall’altra, la vena artistica dell’acrobata, con una meravigliosa ed emozionante illustrazione, in cui si ritrovano anche due elementi della tradizione Gaggia: il duomo di Milano, omaggio alla città dove è nato il brand, che è costante fonte di ispirazione, e la tazzina, simbolo dell’espresso italiano.

Gaggia Classic 30 è un’opera d’arte che unisce la tradizione, l’alta qualità e il design Made
in Italy alla libertà creativa dell’illustrazione contemporanea.

Pierpaolo Gaballo

Ritratto Gaballo per Gaggia Milano

Pierpaolo Gaballo è illustratore, graphic designer, artista. Tuttavia è molto difficile incasellarlo in una definizione. Lo stesso Gaballo sintetizza con l’espressione “Cerco il centro” la sua produzione: un concept che suggerisce una creatività senza categorie o codici stilistici univoci, orientata ad una costante sperimentazione, che si tratti di tecniche o di materiali.

L’approccio, essenziale e grafico, è segno distintivo dei suoi lavori, un punto di partenza che può evolvere talvolta in uno stile più figurativo. L’urgenza narrativa è sottesa ad ogni sua opera: anche quando ad essere protagoniste sono delle figure astratte, c’è sempre un significato che vuole essere veicolato, rivelato. Gaballo predilige il bianco/nero, contrasto di eleganza assoluta, capace di adattarsi a ogni supporto e scenario ed espressione di equilibrio tra positivo e negativo.

Uno dei suoi progetti di maggior successo è Piattoquadro, ideato con l’intenzione di far entrare l’illustrazione nella quotidianità delle persone, attraverso un oggetto di uso giornaliero, trasformato però in pezzo da collezione. Parte dell’attività di Gaballo è dedicata alla produzione di lavori realizzati “su misura” per abitazioni, iniziative culturali o imprese: progetti che nascono sempre con la volontà di dar vita ad opere in grado di dialogare con il contesto in cui vengono inserite.

Alcune collaborazioni

• Teatro Regio di Parma: realizzazione di nove tavole dedicate alle opere in programma al
Festival Verdi 2019, destinate al magazine annuale; di queste, quattro sono state selezionate per la campagna di comunicazione dell’Ente.
• Muraglia Antico Frantoio: limited edition della linea di oli “Gli Orci”. La presentazione della linea firmata Gaballo si è svolta presso la Terrazza Triennale di Milano nel 2019.
• Cinema del Reale evento presso il Castello di Corigliano d’Otranto (Le): installazione
“Affacci” del 2018. Gli affacci sono quelli delle finestre del Castello, dove Gaballo ha rappresentato una personale interpretazione dei messaggi metaforici e antropologici presenti nell’edificio stesso.”

Ultime Notizie