Home Bar Caffetteria Campionati Baristi Francesco San...

Francesco Sanapo rappresenterà l’Italia ai Mondiali caffetteria di Bogotà

Dal 2 al 5 giugno a Bogotà la finale 2011 “Chicco elefante” per conquistare il mondo con un caffè Singolare miscela per Francesco Sanapo, il salentino che rappresenterà l’Italia al campionato mondiale di caffè: la gara consiste nella preparazione di espressi, 4 cappuccini e 4 bevande in 15 minuti

caffè corsini Francesco sanapo
Francesco Sanapo durante le prove

MILANO – Francesco Sanapo, istruttore e specialista della Torrefazione Caffè Corsini di Badia al Pino in provincia di Arezzo, rappresenterà l’Italia al Campionato mondiale Baristi caffetteria, presentando, dal 2 al 5 giugno a Bogotà, una personale miscela, studiata in Honduras, con il chicco di caffè più grande al mondo.

Sarà la classica sfida del Wbc, che tutti i concorrenti hanno affrontato nelle selezioni nazionali. Quindi una gara in 15 minuti dove preparare 4 espressi, 4 cappuccini e 4 bevande alcoliche base di caffè.

“Al mondiale ci vado con un caffè speciale – ha detto Sanapo nei giorni scorsi -, una miscela che io stesso ho selezionato in Honduras direttamente dalle fazenda, scelta tra 35 qualità diverse. Tra queste, la specie arabica varietà Maragogype, lavorata con un processo naturale, mi ha conquistato”.

Sanapo, originario di Specchia nel Salento (Lecce) è da anni responsabile master della Caffè Corsini.

Questo sarà il suo secondo assalto al mondiale perchè, vincitore delle ultime due edizione del campionato italiano baristi, si era già presentato alla sfida di Londra dove si classificò soltanto diciottesimo.

Come è fin troppo noto al Wbc l’Italia, benché sempre in gara, non ha mai vinto

Questa volta con Sanapo il movimento italiano riproverà con Sanapo a fare meglio dei quasi 60 concorrenti che da tutto il mondo si sono dati appuntamento per questa settimana nella capitale colombiana.

Dove Sanapo presenterà la sua miscela speciale al cospetto di una giuria di esperti del settore, provenienti da ogni parte del mondo, che valuteranno ogni prestazione secondo il gusto, la pulizia, la creatività, l’abilità tecnica e la presentazione del prodotto.

Il chicco di caffè scelto da Sanapo è il più grande del mondo, chiamato anche ‘chicco elefante’.

Un aroma unico

“Ciò che presenterò – ha spiegato Sanapo – avrà i sapori della prugna, dell’albicocca e miele con una leggera nota di scorza di arancia. Il retrogusto sarà di cioccolato. In questa nuova miscela, lavorata tutta al naturale, ho trovato quello che cercavo: un aroma dolce e al contempo corposo”.

Scovato direttamente in Honduras da Francesco Sanapo

“Sono stato in Honduras – ha aggiunto Sanapo – nella Montagna dei fiori a 1.480 metri di altezza, zona che vanta un meraviglioso clima. Sul punto più alto della montagna ho trovato la pianta di caffè da cui ho lavorato la miscela che porterò al campionato del mondo”.

Per ottenenere il biglietto per la finale – pagato dagli sponsor del capitolo italiano Scae coordinato da Andrea Lattuada: per saperne di più si può consultare il sito dell’associazione con tutte le regole che regolano la sfida mondiale http://www.scae-italia.it/evento-scheda.htm?id=171 – lo scorso marzo Sanapo si è aggiudicato, per la seconda volta consecutiva, il Campionato italiano baristi caffetteria alla Fiera alberghiera Tirreno CT di Carrara. Ha sbaragliatoo i finalisti selezionati nei mesi precedenti dagli oltre 250 concorrenti in gara e distanziando di circa 100 punti il secondo classificato.

Un distacco enorme per una sfida sempre così ravvicinata, frutto del lungo lavoro di studio e di tanta esperienza maturata in anni di corsi di formazione ed approfondimento.

Naturale che tra gli aspetti vincenti di Sanapo, almeno fino alla fase nazionale, ci sia stato anche il supporto della Corsini Cafè e la fiducia del dottor Patrick Hoffer, Presidente di Corsino Corsini S.p.A., che gli ha dato la possibilità di creare una miscela da competizione, nata nel laboratorio di qualità dell’azienda toscana.

Francesco Sanapo e Corsini sono un binomio che lavora per ampliare la figura del barista e della caffetteria in un contesto innovativo e dinamico, sfruttando l’ampia conoscenza della torrefazione del settore ristorazione

Sanapo da anni lavora per la scuola di caffetteria della Corsini “Master Bar”, nata come scuola di formazione professionale sul mondo del bar e del caffè.

E via via evoluta ed è diventa una scuola che crede nell’arte di eccellere e vuole insegnare come essere superiori per professionalità e servizio.

Aperti a tutti gli addetti al settore della ristorazione, i corsi tenuti da Francesco Sanapo mirano a fornire le conoscenze necessarie, la creatività, l’innovazione e i consigli su come interagire con il cliente.

Oltre alla formazione, diamo il nostro supporto nell’organizzazione di alcune tappe del campionato italiano baristi caffetteria valide per la qualificazione al World Barista championship.

Per far questo vi accompagna un team di professionisti. Responsabile Master Bar: Francesco Sanapo; Assagiatore laboratorio qualità: Michele Anedotti ;Responsabile laboratorio qualità: dottoressa Barbara Bendoni; Responsabile tecnico attrezzature bar: Enrico Pieracci.

Sanapo, che ha 31 anni, ha iniziato lavorando nella caffetteria di suo padre. È stato scelto come uomo immagine per il settore caffè della Fiera Sigep di Rimini 2012; manifestazione che punta sull’alta qualità, e che lo supporta al mondiale a Bogotà.

Potete seguire la sua avventura sul blog http://francescosanapo.blogspot.com/ e sulla pagina ufficiale di facebook “Francesco Sanapo”.