Home Cacao & Cioccolato Ferrero Roche...

Ferrero Rocher al posto dei confetti: succede nei matrimoni cinesi a Prato

ferrero rocher

ALBA (Cuneo) – Niente confetti, meglio i Ferrero Rocher. Devono pensarla così gli esponenti della comunità cinese di Prato (con 15 mila unità la più grande in Italia insieme a quelle di Milano e Roma) che hanno “preso d’assalto” l’Esselunga locale per assicurarsi le praline made in Alba e le caramelle al latte Galatine. In pochissimo tempo sono stati svuotati interi pancali tanto da far diventare il supermercato in questione il maggior rivenditore di questi due golosissimi prodotti.

Un vero boom che ha spinto i vertici della Ferrero a scendere in Toscana per cercare di comprendere i motivi della vendita record. Lo riporta il sito della Nazione, spiegando che questo fenomeno sarebbe dovuto alla particolare passione dei cinesi per i Rocher, i quali preferirebbero utilizzare i cioccolatini dal cuore di nocciola al posto dei confetti per festeggiare i loro matrimoni o altri avvenimenti importanti.

Lo ha confermato Luca Burroni, responsabile Esselunga del Centro Italia. Queste sono le sue dichiarazioni rilasciate alla Nazione: «La vendita di Galatine e Ferrero Rocher nel nostro negozio di via Fiorentina, a Prato, supera di oltre tre volte quella che solitamente fa registrare un supermercato delle stesse dimensioni. Siamo riusciti a capire che la comunità cinese li utilizza al posto dei tradizionali confetti durante i matrimoni o per festeggiare particolari avvenimenti. A suo tempo è venuto a visitarci anche un responsabile della Ferrero incuriosito dal boom di richieste».

Che gli orientali avessero un debole per i cioccolati albesi lanciati nel 1982 lo si era già capito all’inizio degli anni 2000 quando un’azienda cinese mise in commercio Rocher “clonati”: l’impresa fu citata in giudizio da Ferrero e, nel 2008, costretta a sospendere la vendita.