Home Bar Caffetteria Espresso Ital...

Espresso Italiano Champion: il veneto Alessandro Zuccolo in semifinale

Alessandro Zuccolo, vincitore della gara di selezione di Espresso Italiano Champion 2020 organizzata da Dersut Caffè racconta la sua esperienza nel mondo dell’espresso: la sua carriera professionale ha compiuto il primo importante passo

Alessandro Zuccolo Espresso Italiano Champion 2020
Alessandro Zuccolo Espresso Italiano Champion 2020

BRESCIA – Il veneto Alessandro Zuccolo, 19 anni di Este, è tra i concorrenti italiani ad approdare alle fasi finali di Espresso Italiano Champion, l’evento internazionale promosso dall’Istituto Espresso Italiano (Iei) che vedrà i migliori baristi di diversi paesi sfidarsi a suon di espresso italiano e cappuccino.

Sarà lui infatti tra gli italiani che parteciperanno alle semifinali italiane in programma l’11 giugno in Mumac Academy a Binasco (MI). Il giovane studente della scuola alberghiera Cipriani di Adria (RO), Alessandro Zuccolo, vincitore della gara di selezione organizzata da Dersut Caffè (azienda socia dell’Istituto) racconta la sua esperienza nel mondo dell’espresso con la grande passione che lo lega a questa professione.

Espresso Italiano Champion: la parola al vincitore

«Quando vi è la qualità basta seguire le semplici regole di preparazione dell’espresso italiano per offrire un espresso perfetto – afferma il giovanissimo studente – con queste semplici consapevolezze, l’espresso si presenta da sé. Basta accompagnarlo col sorriso».

«Chi svolge servizio in sala come me ha un ruolo importantissimo per qualsiasi azienda, siamo dei veri e propri venditori – continua Zuccolo – certamente questo è un lavoro duro e stancante, ma ricco di soddisfazioni e io sogno di diventare un maitre di rilievo».

In tutta Italia sono numerosi i professionisti alla prova nelle gare di selezione per accedere alle finali nazionali

Il campionato internazionale baristi promosso dall’Istituto Espresso Italiano (Iei) giunto quest’anno alla sua settima edizione internazionale. Una gara giocata a colpi di espresso e cappuccini perfetti. Da preparare correndo contro il tempo (solo 11 minuti a disposizione del candidato), sotto gli occhi dei giudici tecnici e sottoposti al giudizio, impietoso perché cieco, dei giudici sensoriali che operano in modo “blind”.

Secondo gli standard dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac). Ogni anno si
sfidano circa 400 baristi da tutto il mondo. All’edizione 2019, vinta dall’italiano Stefano Cevenini, hanno aderito Italia, Germania, Regno Unito; Bulgaria, Russia, Cina, Corea; Taiwan, Giappone e Tailandia.

Nelle edizioni passate l’Italia ha espresso due campioni internazionali, Grecia, Taiwan e
Corea uno a testa.

L’Istituto Espresso Italiano

L’Istituto Espresso Italiano (Iei), di cui fanno parte torrefattori, costruttori di macchine per caffè e macinadosatori e altre aziende della filiera, tutela e promuove la cultura dell’espresso e del cappuccino italiani di qualità. Oggi conta 34 aziende aderenti con un
fatturato aggregato di circa 700 milioni di euro. Maggiori info:  www.inei.coffee