Home Scopriamo il ...

Scopriamo il rituale del tè delle quattro alla corte delle regina Elisabetta d’Inghilterra

Buckingham Palace
La Regina Elisabetta II d'Inghilterra

MILANO – Se un giorno avrete l’onore di essere invitati a bere il tè assieme alla regina Elisabetta d’Inghilterra a Buckingham Palace, sappiate che dovrete osservare, come ospiti, un rigoroso rituale di corte. Quali le regole da seguire? Ma soprattutto, come è nata l’irrinunciabile tradizione britannica del tè del pomeriggio? Come spiega Francesca Rossi su Il Giornale, l’abitudine di bere tè sarebbe stata introdotta a corte nel 1662 dall’Infanta del Portogallo Caterina di Braganza (1638-1705), moglie del re Carlo II d’Inghilterra (in carica dal 1660 al 1685).

Ma il rituale venne codificato oltre un secolo più tardi. Quando la dama di camera della regina e settima duchessa di Bedford, Anna Maria Russell Stanhope (1783-1875) cominciò a far servire il tè ogni giorno nel suo appartamento. Motivo? All’epoca si cenava verso le 9:30 di sera, ma la duchessa aveva troppa fame per aspettare sino a quell’ora. E decise dunque di “spezzare” a metà pomeriggio facendo servire tè, torte e pasticcini. Con il tempo, l’usanza prese piede anche nel ceto medio.

Tre tipi di Tea Break

Esistono oggi tre tipi di “break” a base di tè: High Tea, servito tra le 5:00 e le 7:00 di pomeriggio, è un pasto più sostanzioso, Cream Tea è più leggero, Afternoon Tea è una via di mezzo ed è servito tra le 3:00 e le 5:00.

La regina Elisabetta comincia la giornata alle 7:30 proprio bevendo tè senza latte né zucchero. Alle 4:00 di pomeriggio è il momento dell’Afternoon Tea, durante il quale la sovrana si rilassa con i suoi amati corgi. Il maggiordomo di corte Grant Harrold ha rivelato alla Bbc che le sue varietà preferite di tè sono Earl Grey e Darjeeling e che ama accompagnarle con biscotti al pan di zenzero, scones, o torta di miele e crema.

Bere il tè con Sua Maestà la Regina comporta il rispetto di una serie di regole

Quando l’ospite si presenta deve rivolgersi a Elisabetta con l’appellativo di Vostra Maestà. Una volta rotto il ghiaccio può chiamarla solo “Ma’am”, per poi tornare a usare Vostra Maestà al momento dei saluti. Si accoglie la regina stando in piedi e quando non si sta bevendo la tazza deve rimanere sul piattino. Mai alzare il mignolo mentre si solleva la tazzina. Quando Elisabetta finisce di mangiare, anche gli altri devono farlo. Il tè è onnipresente nella vita degli inglesi e della loro sovrana.

Un esempio di questi giorni è rappresentato dal primo Garden Party della stagione a Buckingham Palace, durante il quale si stima siano stati serviti 27mila tazze di tè, 20mila sandwich e 20mila fette di torta.