Home Notizie Fiere e Manifestazioni E i fratelli ...

E i fratelli Bazzara servono il caffè con il drone a TriestEspresso Expo

L'arrivo del velivolo all'interno dello stand Bazzara

TRIESTE – La prima giornata di TriestEspresso Expo è iniziata con una novità assoluta. Mai un caffè era stato servito tramite l’utilizzo di un drone, perlomeno in una fiera. Ma è quello che è successo giovedì mattina allo stand Bazzara.

Il tutto, davanti gli occhi stupiti e affascinati del Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, del Presidente della Camera di Commercio Antonio Paoletti e di Franco Bazzara.

Il drone pilotato da Max Morelli – responsabile del team Liquidmedia, società di produzione video fra le prime in Italia a puntare sull’acquisizione di immagini tramite droni – ha trasportato una tazzina di espresso direttamente dalla mano del barista al tavolino delle autorità ospiti dei fratelli Bazzara.

Un avvio scoppiettante per una fiera che si ripresenta nelle cornice splendida del Porto Vecchio di Trieste. E che punta a confermare i numeri sempre in crescita degli ultimi anni.

Un traguardo raggiungibile, a giudicare dal grande afflusso di addetti ai lavori presenti durante la prima giornata.

Lo stand Bazzara come sempre si è distinto per la sobria eleganza del design e per la grande energia profusa da tutto lo staff.

A tutto ciò si è aggiunto anche il calore e l’allegria di una folta delegazione colombiana in visita a Trieste. Che ha fatto dello stand della torrefazione triestina il proprio punto di riferimento e appoggio durante i tre giorni di fiera.

La giornata per i Bazzara e i loro ospiti si è conclusa con il consueto Lounge ospitato nella sede degli uffici cittadini di Via Battisti: l’occasione per ritrovarsi fra amici e fare un break dalla frenesia degli stand.

Baristi all’opera nello stand Bazzara

Il Premio Trieste Coffee Experts a Luigi Morello

Il punto focale della serata è stato la consegna del Premio Trieste Coffee Experts al Personaggio caffeicolo dell’anno nelle mani di Luigi Morello (Direttore Mumac Academy – Gruppo Cimbali).

Motivazione: l’impegno a divulgare la cultura del caffè di qualità ad ogni latitudine. E a elevare la macchina da caffè a vero e proprio oggetto di culto.

Oltre ai rappresentanti delle più importanti realtà della filiera del caffè Made in Italy, al Lounge Bazzara erano presenti le Autorità locali e regionali e la delegazione colombiana in visita nel capoluogo giuliano.