Home Distribuzione automatica Mazzoleni (Se...

Mazzoleni (Serim): «Il Digital vending realizzato con Nescafè e Satispay è una rivoluzione»

Serim insieme a Nestlé e Satispay presentano la prima Digital Vending Machine completamente cashless, presso il Passante di Porta Venezia a Milano. Per un’esperienza borderless grazie ad evoluti sistemi di digital payment e con il lancio nel mondo Vending di Nescafé in Grani oltre ad una proposta completa di alta qualità.

digital vending
Il progetto per una distribuzione automatica cashless nella stazione del Passante Ferrroviario di Milano alla stazione di Porta Venezia

MILANO – Tra un treno e l’altro, con lo straziante rumore dei freni a disco dei convogli amplificato dalla volta del tunnel, alla Stazione Porta Venezia del Passante ferroviario è stata annunciata ieri una rivoluzione. Sì perché anche la pausa caffè al distributore automatico diventa cashless in mobilità.

Il Presidente della Serim Bruno Mazzoleni
Il Presidente della Serim Bruno Mazzoleni

Ad annunciarlo è stato Bruno Mazzoleni, il presidente Serim, vero motore dell’operazione, con Nescafé. Insieme hanno contribuito al lancio del progetto Digital Vending a Milano, che offre soluzioni di ultima generazione a tutti i consumatori sempre di fretta e più digital.

Alcuni particolari tecnici. Il prezzo dell’espresso è di 70 centesimi per via dell’alta qualità della miscela fornita da Nescafé. Basta guardare la campana trasparente e sotto vuoto della macchina (una Ducale prodotta dal Gruppo Evoca) ad indicare una presenza dominante dell’Arabica: circa il 70%. Notato anche il cassetto che ospita il bicchierino durante la preparazione e l’erogazione: è chiuso per mantenere la temperatura.

L’assaggio del primo Digital vending italiano: tra buono e ottimo

L’assaggio? Buono anche in un luogo aperto, seppur sotterraneo, che poco si presta a queste valutazioni. Neppure il bicchierino di plastica, per quanto resti un limite, ha influenzato troppo il risultato finale. Ma, paragonando l’erogazione a quella di altre macchine vending che usano miscele 100% robusta, a prezzi da 0,30 a 0,50, qui siamo nell’ottimo. Da notare, e va detto al consumatore più avveduto, che bastano 20 centesimi in più per bere bene anche ad una macchina della distribuzione automatica.

Per chi è il digital vending

È presto detto. «Pensiamo a utenti tra i 13 e i 90 anni forniti di bancomat o carta di credito o app» ha chiarito convinto il Presidente Mazzoleni. Aggiungendo che questa rivoluzione copernicana per il vending è per chi potrebbe non avere monete o che non dispone della valuta del Paese in cui si trovano. Ma anche utenti spesso traditi dalle macchinette sul fronte del resto: questo sistema di pagamento garantisce che, se la macchina si inceppa, non c’è prelievo.

Innovazione e qualità on the go sono i valori comuni che Serim, quinta azienda nel vending in Italia, e Nescafé, marchio leader nel mondo del caffè, insieme a Satispay il servizio di mobile payment, portano in questa partnership. Per creare una pausa dinamica e coinvolgente attraverso i distributori  automatici ai binari 1 (dove arriverà entro la fine di gennaio) e 2 (dove è già funzionante) del Passante Ferroviario di Porta Venezia.

Macchine senza blindature perché non c’è denaro

Alcuni dettagli. L’isola non ha le solite blindature, perchè anche le due macchine ai fianchi di quella delle bevande calde, che erogano i più classici prodotti, dall’acqua a tutto il resto, funzionano soltanto senza moneta. Con un menù completo come delle macchinette tipiche delle postazioni nei luoghi aperti. Si perché nelle tre machine viste in funzione non c’è denaro e non si può rubare nulla!

Digital vending: si parte da Milano con la rivoluzione senza moneta

La scelta di rendere disponibile questo servizio alla stazione del passante di Porta Venezia nasce dalla volontà di valorizzare un punto nevralgico, tra quelli di maggior passaggio (ed è stato scelto proprio per questo) del centro meneghino, che rappresenta nella storia milanese uno snodo fondamentale. Oggi sempre più fulcro di sviluppo sociale ed economico. «Avremmo potuto scegliere la stazione Garibaldi del passante, che è la più affollata – ha detto il presindente della Serim Bruno Mazzoleni – ma abbiamo preferito Porta Venezia. Perché per il suo passaggio medio si presta di più per una sperimentazione».

La sperimentazione? «Serviranno 2 o 3 mesi per capire l’accoglienza del pubblico. Nei primi giorni, nelle ore di punta, ci sarà un assistente che introdurrà i consumatori alla novità – ha detto ancora Bruno Mazzoleni -. La macchina sarà anche migliorata con alcune scritte che faranno capire meglio funzionamento e costi: qui è tutto nuovo dobbiamo imparare anche noi. Aspettiamo suggerimenti dagli utilizzatori prima di procedere con la sperimentazione sempre in stazioni del Passante ferroviario di Milano. Poi si vedrà»

Un crocevia importante per avviare l’iniziativa

Come in altre occasioni e da oltre 40 anni la proposta innovativa di Digital Vending di Serim risponde ad una necessità dell’utente

Moneta, contanti e chiavetta presso le proprie Vending machine vengono sostituiti da metodi di pagamento affidabili e digital. Pendolari, studenti, lavoratori e turisti potranno usufruire di un servizio puntuale 24 ore su 24; garantito da sistemi di pagamento rapidi
e universali.

Pagare senza monetine alle macchinette è realtà

Serim da sempre investe in tecnologia e innovazione per aumentare il valore del
servizio al cliente e fornire prodotti di ultima generazione, soluzioni aggiornate, offerta
personalizzata ed eccellenza. Per questo ha scelto Satispay che, dopo aver rivoluzionato le abitudini di pagamento nei negozi fisici e online di quasi un milione di persone, ha portato tutta la sua innovazione e semplicità nel mondo delle vending machine permettendo oggi, grazie alla partnership con Serim, di offrire ai viaggiatori la possibilità di pagarsi un caffè, e non solo, con lo smartphone.

Nescafé, con il lancio di Nescafé in grani nel canale vending, si propone nel segmento premium della distribuzione automatica

Portando la propria coffee expertise e proponendo un’offerta di bevande calde di alta qualità. Primo torrefattore e primo brand di caffè al mondo da sempre attento alle nuove tendenze e al passo con i trend emergenti, raggiunge un nuovo importante traguardo; ampliando l’offerta e mantenendo alta la qualità, riconoscibile in tutto mondo, all’insegna dell’autenticità.

Dal 1938 Nescafé porta avanti una produzione di caffè responsabile, che prevede la raccolta delle sole bacche più mature e selezionate da mani esperte per proteggere il caffè, tutelando persone e tradizioni locali. A Nescafé in grani si aggiunge una vasta selezione di bevande Nestlé, caratterizzata da elevata qualità.

Serim è un’azienda italiana specializzata nella distribuzione automatica di alimenti e bevande

Da sinistra. destra i protagonisti della prima macchina erogatricen in Italia senza monete: Andrea Allara, Chief Business Development Officer di Satispay; Bruno Mazzoleni, Presidente di Serim che ha creduto molto nel progetto e Alessandro Bottazzi, Beverage Manager Nescafé
Da sinistra. destra i protagonisti della prima macchina vending in Italia senza monete: Andrea Allara, Chief business development officer di Satispay; Bruno Mazzoleni, Presidente di Serim che ha creduto molto nel progetto e Alessandro Bottazzi, Beverage manager Nescafé

Con oltre 100 milioni di consumazioni erogate ogni anno è leader nel settore del vending, ma è anche presente, attraverso due divisioni dedicate, nel mondo del bar e del
catering. Forte di una filosofia aziendale basata sulla ricerca e competenze sviluppate in 40 anni di attività, Serim garantisce ai suoi clienti un servizio volto a soddisfare ogni tipo di esigenza, dalle piccole alle grandi realtà: uffici commerciali, strutture pubbliche e private, studi professionali e multinazionali.

Per ulteriori informazioni sul progetto Digital Vending, visitare: serim.it;
Facebook, Instagram e Linkedin.

La scheda sintetica di Serim

Serim è un’azienda italiana specializzata nella distribuzione automatica di alimenti e bevande. Ha un parco di oltre 18.000 macchine installate in cinque regioni: Lombardia, Veneto, Liguria, Piemonte, Toscana. Che 100 milioni di consumazioni erogate ogni anno è leader nel settore del Vending (è tra i primi 10 operatori). Ma è anche presente, attraverso due divisioni dedicate, nel mondo del bar e del catering.

Forte di una filosofia aziendale basata sulla ricerca e competenze sviluppate in 40 anni di attività, Serim garantisce ai suoi clienti un servizio volto a soddisfare ogni tipo di esigenza, dalle piccole alle grandi realtà: uffici commerciali, strutture pubbliche e private, studi professionali e multinazionali.

La scheda sintetica del Gruppo Nestlé

Il Gruppo Nestlé è l’azienda alimentare leader nel mondo, attiva dal 1866 per la produzione e distribuzione di prodotti per la Nutrizione, la Salute e il Benessere delle persone.

Con 413 stabilimenti e circa 323.000 collaboratori distribuiti in oltre 190 Paesi, il Gruppo si è evoluto insieme ai suoi consumatori, sviluppando soluzioni al passo con il cambiamento dei bisogni e dello stile di vita della società.

L’innovazione e la ricerca scientifica applicata alla nutrizione rappresentano il tratto distintivo dell’operato del Gruppo sin dai suoi esordi e su queste stesse basi l’azienda sta lavorando oggi e per il prossimo futuro.

Il Gruppo Nestlé è presente in Italia dal 1875, quando è stata depositata a Milano l’etichetta “Farina Lattea Nestlé, alimento completo per i bambini lattanti”.

Nestlé Italiana, Sanpellegrino, Purina, Nespresso, Nestlé Nutrition e Nestlé Health Science; Nestlé Professional e CPW sono oggi le principali realtà che operano nel nostro Paese.

Assieme impiegano circa 4.300 dipendenti in 10 stabilimenti (oltre alla sede centrale di Assago), raggiungendo nel 2018 un fatturato totale di circa 1,7 miliardi di euro.

L’azienda opera in Italia con un portafoglio di numerosi march; tra cui i principali sono: Perugina, Baci Perugina, Nero Perugina, KitKat; Tablò Perugina, Galak, Buitoni, Nidina, Nestlé MIO, Nescafé, Nescafé Dolce Gusto; Orzoro, Nesquik, Il Latte Condensato, Fitness Cereali, Meritene, S.Pellegrino; Nestlé Vera, Acqua Panna, Levissima, Purina Pro Plan, Purina ONE, Gourmet, Friskies, Felix.

La scheda sintetica di Satispay

Satispay è un servizio di mobile payment basato su un network alternativo alle carte di credito e debito: libero, efficiente, estremamente conveniente e sicuro.

Disponibile per iPhone e Android, può essere utilizzato da chiunque abbia un conto corrente bancario per scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica e pagare nei punti vendita ed ecommerce convenzionati con la stessa semplicità con cui si invia un messaggio.

Per gli utenti non ci sono infatti costi di iscrizione, di invio o ricezione pagamenti.

Per i punti vendita aderenti al servizio non sono previsti costi di attivazione o canoni mensili ma soltanto una commissione fissa di 0,20 € per i pagamenti superiori a 10 €. Tutti gli incassi inferiori a questa soglia non hanno alcuna commissione.

Oltre agli evidenti vantaggi economici, Satispay consente anche di migliorare l’esperienza del cliente, rendendo più rapido ed efficiente il pagamento e riducendo i tempi di attesa alla cassa.

Sono questi i motivi che convincono piccoli negozi e grandi brand a integrare Satispay come sistema di pagamento. Tra questi: Esselunga, Benetton, Caffè Vergnano, Grom, MyChef, Old Wild West, Total Erg, Kasanova; Motivi, Arcaplanet, Coop, Trenord, Pam, Eataly, Naturasì, Tigotà, Pittarosso; Yamamay, Carpisa, Brico Io.

Satispay è integrato anche con PagoPA per i pagamenti di multe, tasse, bolli e ticket sanitari, che possono essere effettuati direttamente dall’area Servizi dell’app; dove è attivo anche il servizio di ricariche telefoniche per tutti i principali operatori. Oltre al pagamento del Bollo Auto e Moto.

E c’è anche la funzionalità Risparmi, che consente di accumulare piccole somme di denaro in automatico, Donazioni, Buste Regalo e Bollettini.

Satispay SpA è una Pmi innovativa frutto dell’intenso lavoro di un team di giovani italiani. Grazie a diversi round di finanziamento, la società ha raccolto ad oggi complessivamente circa 42 milioni di Euro.