Home Notizie Eventi De’Long...

De’Longhi for illy: l’unione della macchina e della materia prima per un espresso d’eccellenza

De'Longhi For illy
La nuova macchina per espresso in grani De'Longhi for illy

MILANO – Un appuntamento eccezionale che ha visto l’unione di due aziende simbolo dell’espresso tradizionale made in Italy. illycaffè e De’Longhi, hanno lanciato a Milano, all’illy Caffè in via Monte Napoleone 19, la macchine automatica De’Longhi.

L’occasione è stata la conferenza stampa di giovedì 12 settembre indetta per la presentazione della nuova De’Longhi for illy. Il tutto accompagnato da un’ottima colazione gourmet, curata dal Pastry Chef & illy Ambassador, Luigi Biasetto.

De’Longhi for illy: il caffè di qualità unisce le due aziende

La prima domanda che viene posta sia all’amministratore delegato illy, Massimiliano Pogliani che a Vladimiro Carminati country Italy director di De’Longhi appliances  racconta già molto delle filosofie aziendali.

Che cos’è il caffè per loro?

 

Vladimiro Carminati (a sinistra) con Massimiliano Pogliani (destra) durante la presentazione

 

Il primo a rispondere è Massimiliano Pogliani: “Per me il caffè è l’inizio della giornata. Mi prendo il mio tempo per berlo, preferibilmente a casa, a colazione. Lo preparo io, con la macchina illy. Un attimo di meditazione che dà l’inizio alla giornata. Considerando che poi, io arrivo a bere anche sei o sette espressi al giorno.”

Continua Vladimiro Carminati: “Anch’io bevo il caffè la mattina. Anche io raggiungo una quantità elevata di espresso. Quando le macchine De’Longhi sono entrate nelle case, i modi più tradizionali di preparazione come la moka, hanno perso posizioni di mercato. Il caffè quindi è un momento importante il mattino. Il rito però dev’esser legato alla qualità di ciò che bevi.”

Due aziende che compongono una filiera consapevole: il posizionamento di alto livello

Quanto è complicato trovare il modo di comunicare questo ruolo nel mercato?
Risponde Vladimiro Carminati: “Oggi è molto difficile e anche costosissimo. Perché dobbiamo compiere delle scelte controcorrente per produrre attrezzature di qualità in Italia. Questo poi significa investire tanto nella ricerca e nelle risorse umane. Non molti nel mondo degli elettrodomestici, intraprendono la stessa via.”

Aggiunge Massimiliano Pogliani: ”Per noi la qualità e una passione e un’ossessione allo stesso tempo. Noi abbiamo unito poi questo concetto a quello di sostenibilità. Quindi occupandosi anche di coloro che producono il caffè. Per noi è fondamentale se si desidera consumare una materia prima eccellente che poi porta all’ottimo risultato in tazza. Bisogna partire proprio dai luoghi di origine. Abbiamo da molto tempo stabilito delle relazioni dirette con i coltivatori e istituito premi per i migliori fornitori.

Secondo punto: l’espresso all’italiano, non è un tipo di caffè, ma un metodo di preparazione inventato in Italia. Proprio con il contributo della illy con la Illetta nel 1935, con la creazione della pompa di caffè che è alla base delle macchine di caffè di oggi.

Non solo quindi è importante la scelta della materia prima, ma anche poi poter giungere a una sua trasformazione in un espresso perfetto. Per questo curiamo la tostatura, la creazione del blend, e infine, anche la preparazione nei bar. E soprattutto, vogliamo garantire la stessa qualità anche a casa propria. Cosa che è possibile solo con una buona tecnologia.”

Due eccellenze unite in De’Longhi for illy

La nuova macchina DeLonghi for illy con i due tipi di caffè proposti

Procede Massimo Pogliani: “Questa collaborazione è stata una scelta naturale. Siamo andati dai migliori sul mercato, e quindi dall’altra eccellenza sul mercato italiano per offrire insieme un prodotto frutto dall’unione tra il meglio del caffè e il meglio delle macchine.

Consideriamo ovviamente che ci sono vari metodi di preparazione: la nostra filosofia è offrire il nostro blend al consumatore. Sarà poi lui stesso a scegliere la preparazione preferita a casa propria. Il modo migliore per fare questo, era collaborare con chi garantisce la perfezione nell’erogazione.

Vincenzo Carminati ancora sulla creazione di Del’Longhi for illy

“illy e De’Longhi sono stati in contatto per tanti anni. Così, il connubio che ha portato alla presentazione di oggi, è stato un passaggio piuttosto naturale. Quindici anni fa abbiamo investito molto nel segmento delle automatiche, raggiungendo i due milioni di pezzi venduti.

Il caffè erogato da un’automatica regge il confronto del caffè espresso preso al bar. Che poi è ciò che si aspetta il consumatore in Italia e nel mondo. Come raggiungere questo risultato? Da qui è nata l’idea di proporre una macchina dotata delle giuste caratteristiche tecniche, abbinata all’eccellenza della materia prima di illy. Il reparto di ricerca e sviluppo di entrambe le aziende ha lavorato molto sul setting tra il calore, la quantità dell’acqua, la macinatura e molti altri parametri. Insomma, De’Longhi for illy è frutto di uno studio molto lungo dei team. Ad oggi questa macchina è l’unica domestica che garantisce una tazzina come quella del bar.”

Segue Massimo Pogliani: “Materia prima e macchina erogatrice, sono due aspetti che non possono esser divisi. Infatti, molti possono avere una macchina automatica perfetta, ma utilizzare un caffè pessimo. In questo modo uscirà un risultato comunque non particolarmente buono e viceversa. La trasformazione dell’ingrediente nel prodotto finale, è sempre frutto di due eccellenze.”

Come sta cambiando il consumo della bevanda in casa?

Vladimiro Carminati: “La situazione non è così nettamente distinta. L’italiano beve il caffè in più modi. La moka è ancora presente come una costante, ma l’italiano beve anche l’espresso del bar. L’atteggiamento verso la bevanda cambia a seconda della giornata. I diversi modi di erogazione convivono.

Il sistema del monoporzionato chiuso, quello che in questo momento nel mondo ha il trend maggiore, non ha fatto scomparire gli altri metodi. Per noi, produttori di macchine per il caffè, un settore che spazia dalla moka alla superatutomatica, è stato uno stimolo lavorare con illy per creare un prodotto eccellente. Per un target di nicchia che noi però vorremmo far crescere.

L’Italia è il mercato più piccolo per quanto riguarda questo settore. Noi possediamo il 70% in questo mercato, vorremmo allargarci attraverso un’operazione culturale. Proponendo questa macchina e affiancarci con un caffè eccellente. Tutti vincono in questo modo.

Perché il mercato finora il mercato oggi sviluppato, arriva ai consumatori mitteleuropei, russi, americani, che non hanno un’aspettativa così elevata sul risultato finale. Si accontentano di un caffè diverso, più lungo. A dirla tutta la nostra macchina nasce per la preparazione del cappuccino, che è un po’ come l’acqua minerale per queste popolazioni.

Solo successivamente, adesso, ci stiamo indirizzando verso macchine che producono un caffè espresso veramente italiano. La nostra De’Longhi for illy è nata pensata proprio sul prodotto dell’azienda triestina. La sola che offre l’unico barattolo che migliora il processo di conservazione. (fu addirittura questo il primo brevetto dell’azienda). Tutto è ottimizzato su illy.”

Di nuovo la parola a Massimo Pogliani

“In Italia è ancora un mercato di nicchia. Ma la filosofia di illy è quella di metter il consumatore al centro: quindi è lui che può scegliere il modo di preparazione che preferisce. In Inghilterra, il 50% della popolazione sceglie il caffè instant. In questo caso, c’è un ulteriore trend: la nicchia si sta allargando, perché le persone vogliono sempre più svincolarsi da soluzioni poco sostenibili, con sistemi chiusi.

E preparare a casa propria il caffè a partire dai grani. Il nostro auspicio è, che una volta assaggiato il caffè illy, scelgano di continuare con il nostro prodotto. Abbiamo previsto anche un programma di loyalty per i nostri clienti, che potranno liberamente decidere di stare con noi, ricevendo il nostro caffè a casa propria.”

La presentazione di questa macchina sul mercato, com’è avvenuta?

“Il problema della tecnologia è lo spazio. Vestire un macchina che deve produrre caffè, deve portare ad un prodotto funzionante e anche bello. E’ una doppia sfida: rispettare i canoni di design, persino innovando e allo stesso tempo renderlo funzionale. Non c’è all’interno della macchina, un millimetro sprecato. Siamo la quarta generazione dell’unità di ricerca e sviluppo industriale e alla terza per i macinini. De’Longhi for illy è un piccolo scrigno di tecnologia vestito molto bene. Che ricorda la macchina professionale, con componenti avanzati di dispositivi e display, e funziona bene.

Noi cavalchiamo il concetto di design come oggetto all’interno dell’abitazione. E’ un tipo di macchina che deve restare in vista nelle cucine, come un ruolo estetico importante. Per questo non è molto grande e deve esser piacevole allo sguardo.”

Riprende Massimo Pogliani

“Per noi l’abbinamento si esprime nelle tazzine, ad esempio: i clienti che si abboneranno riceveranno la linea iconica delle nostre tazzine. Con una forma particolare interna, pensata per far esprimere al meglio la bevanda in fase di degustazione. Pensiamo solo alla nostra illy art collection, che esalta la bellezza e il buono insieme nella tazzina.”

Il racconto della macchina De’Longhi for illy

Il concetto fondamentale è che questa macchina è l’eccellenza della tecnologia che sposa l’eccellenza della materia prima. Per ottenere il massimo in tazzina, la fase essenziale è quella della macinazione.

La macchina possiede una vaschetta dove vengono inseriti i chicchi e di un macinacaffè in acciaio come quello del bar, a forma conica. Una volta toccata l’icona dell’espresso, il caffè viene macinato all’istante, fresco, e poi scaricato in un apposito gruppo infusore. Un sistema che pressa il caffè appena macinato e lo eroga nella tazzina. Basta un tocco:  con il soft touch, si avviala preparazione.

soft touch
la plancia dei comandi con il soft touch

Ci sono due infusioni

La preinfusione pulsata dedicata al blend illy. La cialda così, appena macinata, viene imbevuta completamente di acqua senza la pressione della pompa. In questo modo, nel momento della vera infusione uscirà perfetta. Anche la pulizia è semplice: lo scarico dei fondi è automatico. La manutenzione è ancora una volta facile: bisogna solo riempire il serbatoio dell’acqua. E riempire la campana del caffè.

Una macchina che ha un settaggio di temparatura sino ai 90 gradi, così da avere in tazzina un caffè bollente sin dal primo avvio. C’è un sistema di risciacquo iniziale che è stato prolungato per avere questo risultato.

Inoltre questa macchina da caffè automatica De’Longhi for illy, grazie alla sua tecnologia e alla sua semplicità d’utilizzo, permette di preparare non soltanto un ottimo espresso, ma anche numerose altre bevande, grazie al cappuccinatore regolabile per scaldare o montare il latte manualmente.

Pogliani presenta il direttore della qualità David Brussa

David Brussa: “Noi effettuiamo circa 450 degustazioni al giorno. Due parole innanzitutto, sul blend: composto da nove origini differenti di Arabica, che caratterizzano la nostra miscela. Richiede alte temperature per la preparazione. Per mantenerlo costante nel mondo, ogni giorno, abbiamo un enorme lavoro dietro la selezione dei lotti.

Ciascun lotto viene assaggiato otto volte. Un’attività che avviene continuamente, essendo una materia prima naturale e quindi soggetta a variazioni anche grandi. La selezione dei chicchi passa poi attraverso anche il contatto diretto con i produttori. Oggi compriamo da più Paesi nel mondo, per ottenere la miscela di 9 ingredienti.

Il lavoro si complica ulteriormente. Quando prepariamo il caffè, maciniamo circa 50 singoli chicchi. Anche se solo uno è difettoso, la pressurizzazione inventata nel ’32 proprio di Illy, peggiorerà il risultato. Il processo consiste quindi nel selezionare con la nostra tecnologia ottica, i singoli chicchi. Quando bevete un caffè illy, apprezzerete un after taste anche dopo mezzora.”

Altro aspetto fondamentale

Ancora David Brussa: “Con i tecnici De’Longhi abbiamo trovato il connubio tra tutti i parametri possibili. Le variabili sono tante. E una correlata all’altra.”

Chi acquisterà la macchina riceverà in omaggio già i due blend, classico e intenso, illy. Così da accompagnare il cliente già dal primo acquisto.

Il momento della degustazione con la pasticceria del maestro Luigi Biasetto

Al cnetro il maestro Biasetto

Il Pastry chef lavora da tanto insieme a illy, è una delle firme più qualificate nel mondo della pasticceria legata al caffè. Luigi Biasetto: “Il caffè è fondamentale. Ho portato qui un seguito di emozioni. Ciò che ci permette di conservare un ricordo positivo della nostra esperienza. Questo è possibile grazie a una materia prima eccellente. Ciò che unisce me e le due aziende, è proprio la ricerca della qualità. Un elemento che permette di superare qualsiasi tempesta. illy e De’Longhi hanno messo insieme le loro capacità per creare le bevande più apprezzate al mondo in modo perfetto.

Nel mondo il caffè ormai è quasi inteso come bibita. Il prodotto da prima colazione più interconttinentale è il croissant. Fatto di burro di alta qualità, valorizzato solo da un caffè di alta qualità. Un’unione che si avverte subito già dai profumi. La mia missione è provocare emozioni. Per cui sono partito proprio dal croissant, di lunga lievitazione, friabile, così da aumentare la salivazione e ideale per apprezzare il caffè.

Seconda soluzione, una veneziana. Il migliore tra i lievitati italiani: il lievito madre, oggi nel mondo, fa pensare subito al Panettone. Farcito con una crema pasticciera con infusione di liquirizia, e tanti altri ingredienti per richiamare il caffè. Tostato classicamente, forte per risvegliarsi la mattina.

Alle undici poi il cambio con il bigné al cioccolato dell’Equador. Non acido o amaro, per non entrare in contrasto con un caffè ora tostato più light. Infine, un macaron al pistacchio tostato per esser più vicino al caffè.”

Il costo al pubblico consigliato della De’Longhi for illy è di seicento euro

Specifica Carminati: “Nasce quindi con un posizionamento medio per la categoria. Nel mercato tedesco questo tipo di macchine parte da un minimo di 500 sino al 200 euro. Disponibile al sito di illy e fino a Natale, in esclusiva di Mediaworld. Perché garantiva nei suoi spazi distributivi al racconto del prodotto al consumatore.”

La distribuzione nel mondo è prevista e partirà in contemporanea?

Vladimiro Carminati: “La presentazione riguarda la collaborazione con illy per il mercato italiano nei prossimi mesi. Auspichiamo che poi il lancio prenda un respiro più internazionale, che è nell’interesse di entrambe le aziende. Abbiamo pensato la macchina per entrare in contatto innanzitutto con il consumatore italiano. Ma penso che questa collaborazione continuerà per molto tempo e insieme, rappresentare l’Italia nel mondo come già separatamente facciamo. Portando avanti un nostro made in Italy.”

Massimiliano Pogliani: “La nostra è un’operazione culturale, per dimostrare agli italiani che è possibile avere un prodotto eccellente in autonomia a casa. Cosa che già accade in altri mercati come la Germania. Vogliamo abbattere la delusione di non ottenere un risultato perfetto a casa. Per poi magari andare all’estero, aggiungendo la funzione latte automatica.”

La De’Longhi for illy può essere una soluzione anche per la ristorazione?

“Questa è una macchina studiata per l’utilizzo in casa. Ma tutto dipende dalla quantità di caffè previsti al giorno. E’ plausibile poterla utilizzare anche nel mondo della ristorazione. Ma certo non può sopportare i ritmi dei bar. Invece, sicuramente è adatta a una comunità piccola come quella degli uffici.”

La scheda della macchina da caffè automatica De’Longhi for illy (ECAM3.535.SB)

• prezzo consigliato al pubblico: € 599 (il prezzo finale è a discrezione del rivenditore) • Con la macchina De’longhi for illy sono inclusi 2 barattoli da 250 g di caffè in grani. Acquistando la macchina è possibile richiedere 2 tazzine espresso ed il 20% di sconto su illy.com* *Il 20% è valido su una spesa minima di 40 euro su illy.com e non è cumulabile con altre promozioni in corso. Sono esclusi i programmi di abbonamento macchine e caffè. Operazioni a premi valida dal 01/06/2019 al 31/12/2019.

• Per informazioni o chiarimenti sulla promozione è possibile inviare un’e-mail a servizioclienti@illy.com o chiamare il numero verde 800 821 021 dal lunedì al venerdì, ore 9.00 – 22.00, ed il sabato dalle 09.00 alle 19.00.

De'Longhi for Illy
Scheda prodotto De’Lonfghi for illy

La scheda sintetica De’Longhi

De’Longhi La combinazione unica di qualità, innovazione e design che contraddistingue De’Longhi, ha reso la società un leader mondiale nel piccolo elettrodomestico. Oltre ad essere Numero 1 al mondo nelle macchine per caffè espresso, De’Longhi soddisfa un’ampia gamma di necessità domestiche.

De’Longhi, da anni, riscalda e raffredda e tiene pulite le nostre case, ci affianca nella preparazione dei nostri pasti.

L’obiettivo di De’Longhi è offrire ai consumatori prodotti innovativi con una combinazione unica di stile e prestazioni, trasformando sempre la “quotidianità” in qualcosa di speciale.

La scheda sintetica di illycaffè

illycaffè è un’azienda familiare italiana, fondata a Trieste nel 1933, che da sempre si prefigge la missione di offrire il miglior caffè al mondo. illycaffè produce un unico blend 100% Arabica, combinando 9 delle migliori qualità al mondo secondo illycaffè.

Ogni giorno vengono gustate 7 milioni di tazzine di caffè illy nel mondo in oltre 140 Paesi, nei migliori bar, ristoranti e alberghi, nei caffè e nei negozi monomarca, e naturalmente a casa. Grazie alle sue innovazioni, contribuisce all’avanzamento tecnologico nel mondo del caffè.

Con la creazione in Brasile, nel 1991, del “Premio Ernesto Illy per il caffè espresso di qualità”, illy ha contribuito alla condivisione del know-how, al riconoscimento ai coltivatori di un prezzo superiore per la migliore qualità secondo illycaffè e partnership siglate in base ai principi dello sviluppo sostenibile.

L’azienda ha anche fondato la sua Università del Caffè, che, con l’obiettivo di diffonderne la cultura a tutti i livelli, offre una preparazione completa e pratica a coltivatori, baristi e amanti del caffè, per approfondire ogni aspetto del prodotto.

Tutto ciò che è ‘made in illy’ viene arricchito di bellezza e arte, valori fondanti del marchio a cominciare dal logo, disegnato dall’artista James Rosenquist, fino alle tazzine che compongono la illy Art Collection, decorate da oltre 100 artisti internazionali.

Nel 2018 l’azienda ha impiegato 1294 persone e ha un fatturato consolidato pari a €483 milioni. Gli store e i negozi monomarca illy nel mondo sono circa 259 in 43 Paesi.