Home Analisi di mercato Così tramonta...

Così tramonta il contante: pagamenti cashless persino per il caffè al bar

contante Sempre più diffusi i pagamenti cashless
Sempre più diffusi i pagamenti cashless

MILANO – Il portafogli? Potrebbe diventare un accessorio inutile. O semplicemente ornamentale. Perché il contante si usa sempre di meno. Ormai tutto si paga con carte o smartphone: persino il caffè al bar e il biglietto della metropolitana. Sempre sperando che le tecnologie alla base di questa rivoluzione siano pienamente e costantemente affidabili. E non ci piantino in asso sul più bello.

Secondo un articolo di Giulia Cimpanelli per il Corriere della Sera, quella di oggi è già una società cashless, dove è possibile, sin d’ora, E relative file al bancomat. Ecco qualche esempio nell’arco di un’ideale giornata “senza contante”.

La colazione? La paghi con lo smartphone

Entri al bar per la colazione, apri il portafogli e sei senza contanti. Finalmente non ti tocca più rinunciare alla colazione: basta scaricare app come Satispay che consentono di pagare anche piccole cifre e spesso, anche di risparmiare, grazie a promozioni o payback.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Al mercato con il bancomat

Prima di entrare al lavoro passi al mercato per comprare un po’ di frutta? Fino a poco tempo fa il contante era d’obbligo. Oggi SumUp consente ai piccoli commercianti di accettare ovunque pagamenti tramite carte di credito e debito (sia chip&pin che contactless), Apple Pay e Google Pay anche per le cifre più piccole, senza doversi dotare di apparecchiatura Pos tradizionale. Visto che la commissione è tanto più bassa quanto lo è la cifra, è perfetto per commercianti di beni a basso costo.

La metro con il contactless

Prendi la metropolitana al volo e non hai tempo di comperare il biglietto? A Milano, come a Londra, Parigi e molte altre città, basta avere una carta di credito o debito contactless e passarla sull’apposito tornello: a fine giornata il sistema calcolerà la tariffa più conveniente in base ai viaggi fatti e la addebiterà sul tuo conto. A Roma puoi lasciare a casa il portafogli e pagare con lo smartphone grazie all’app Mycicero.

Il taxi con l’app

Hai un appuntamento di lavoro e devi prendere il taxi? Anche se hai dimenticato il portafogli puoi prenotarlo con Mytaxi e pagare direttamente con l’app.

La pizza (e la mancia) arriva (e la paghi) con l’app

A fine giornata arrivi a casa e il frigorifero è vuoto? Se non hai contanti in tasca non c’è problema. Puoi ordinarla con Deliveroo, Foodora, Glovo, UberEat, pagare con l’app e lasciare anche la mancia al rider.

Giulia Cimpanelli