Home Tecnica “Conten...

“Contenuti irregolari sulle confezioni di caffè Usa e torrefattori denunciati”

eccessivo
La capacità di metabolizzare la caffeina varia da soggetto a soggetto

Riceviamo da Agostino Santo Narizzano apprezzato specialista del settore, una interessante precisazione che volentieri pubblichiamo.

di Agostino Santo Narizzzano

Gentili amici di Comunicaffè

con riferimento al vostro articolo “Stati Uniti: si moltiplicano le denunce legali contro i torrefattori, ecco il perché” e non senza garantirvi assolutamente la nostra anzianità di servizio nel campo del caffè che oggi arriva a 70 anni, vogliamo indicarvi la nostra posizione in merito al vostro scritto.

Intanto vogliamo ricordare che probabilmente i torrefattori americani non hanno assolutamente nulla da spartire con quelli italiani e neanche con quelli europei.

Da noi infatti la quantità di contenuto stampata su ogni confezione corrisponde strettamente e precisamente alla quantità di caffè che si trova nel sacchetto, nella scatola o quant’altro.

Dopo la tostatura, tutto il percorso del riempimento e sigillatura viene governato da sistemi meccanici precisissimi come orologi e nel corso della nostra professione e cioè nel corso dei 70 anni cui vi abbiamo accennato, noi che siamo quotidianamente “sul pezzo” non abbiamo mai riscontrato il men che minimo reclamo a questo riguardo da parte di chicchessia.

Non è certamente per nazionalismo ma, almeno nel campo del caffè, i colleghi americani hanno ancora moltissimo da imparare da noi e quindi devono imparare anche a far funzionare la regolarità tra il peso dichiarato sulle confezioni e quello reale.

Questo anche se hanno ancora da imparare miscele che si avvicinino alle nostre.

Per terminare e per vostra. opportuna conoscenza vi elenchiamo le grammature del caffè che qui da noi sono rispettosamente mantenute nei confronti dei Consumatori:

– sul metodo gruppo continuo g 7,5
– sulla macchina a “levoni” g 9
– cialde in carta g 7
– capsule nespresso g 5,5
– boccioni caffè americano gr. 23

Agostino Santo Narizzano

https://www.comunicaffe.it/negli-stati-uniti-si-moltiplicano-le.cause-contro-i-torrefattori-ecco-i-perche/