Home Notizie Fiere e Manifestazioni Con Csc sotto...

Con Csc sotto il segno dell’assaggio: al Sigep le finali italiane di Cup Tasting

Nicola Mizzi premia la vincitrice dell'edizione 2018 Helena Oliviero

RIMINI – È giunta al sesto anno la sponsorizzazione da parte di CSC – Caffè Speciali Certificati – del Campionato Italiano di Cup Tasting del circuito Sca Italy. Le finali si svolgono nell’ambito di Sigep 2019 presso Riminifiera il 22 gennaio, nell’area campionati italiani baristi al padiglione D1: la competizione prende il via alle 9,30 per concludersi alle 12,30; la premiazione è prevista nel pomeriggio alle 17,00.

Sono 22 i concorrenti che si sono qualificati: a sfidare la campionessa italiana 2018 Helena Oliviero ci saranno Alessandro Bresciani, Simone Cattani, Matteo Celli, Davide Cobelli, Giovanni Corsini, Fabio Dotti, Rubens Gardelli, Alessandro Ghizzardi, Simone Guidi, Valentina Montesi, Marco Nencini, Matteo Paganassi, Matteo Pavoni, Ester Pinna, Alberto Polojac, Pietro Rastelli, Davide Ruzzene, Francesco Sanapo, Enrico Stigliano, Viola Valdastri, Andrea Villa.

Come ogni anno l’Associazione finanzierà la partecipazione del campione italiano alla finale mondiale che si svolgerà nell’ambito del World of Coffee Event 2019 in programma a Berlino, in Germania, dall’8 al 10 giugno.

“Una finale di altissimo livello”

“Si tratta di una finale di altissimo livello, con esponenti di diverse attività del mondo del caffè, di cui hanno una conoscenza approfondita, che non può prescindere dalla pratica periodica dell’assaggio – afferma Enrico Meschini, presidente di CSC -. Il cupping vive una fase di grande popolarità, confermata dalle numerose iscrizioni ai corsi sensory di Sca. Tutto ciò conferma la scelta vincente della nostra Associazione, che da oltre 20 anni garantisce la fornitura di caffè di qualità superiore certificata: i suoi responsabili si recano ogni anno presso i Paesi produttori, dove curano ogni aspetto della coltivazione, della raccolta e della lavorazione del caffè. È l’assaggio a confermare la validità della prima parte della filiera e a permettere di ottenere il bollino CSC, una vera garanzia di qualità”.

In una gara di cup tasting i concorrenti si misurano con otto triplette di tazze: all’interno di ognuna devono identificare la tazza con caratteristiche diverse dalle altre due, in una combinazione di gusto e olfatto. Vince chi identifica nel minor tempo possibile il numero più alto di tazze “differenti”: quelle esatte hanno un bollino sul fondo che si scopre quando, conclusa la gara (il tempo massimo è di 8 minuti) il giudice alza le tazze selezionate dal concorrente.

Una fase della competizione

Nella giornata di gara, numerosi esponenti di CSC sono a disposizione di chi voglia conoscere più a fondo il mondo del caffè di qualità di cui l’Associazione è pioniera. I torrefattori potranno anche avviare un cammino di avvicinamento o decidere di entrare a fare parte di questa “squadra” determinata nel sostenere l’eccellenza.

Le torrefazioni che aderiscono a CSC sono  Barbera 1870 – Messina; Blaser Café – Berna (CH); Caffè Agust – Brescia; Mondicaffè C.T.&M. – Roma; DiniCaffè – Firenze; Goppion Caffè – Preganziol (TV); Le Piantagioni del Caffè – Livorno; Musetti Caffè – Pontenure (PC).

Il richiamo dei caffè speciali

Per tutta la durata di Sigep, chi vuole entrare in contatto con la realtà di CSC può recarsi presso gli stand di alcune delle torrefazioni affiliate. Tutte offrono il gusto unico di caffè speciali 100% di piantagione dalla qualità costante e garantita.

Fabio Dotti

Padiglione D1

Allo stand 001 Musetti propone cinque giornate di workshop. A cominciare dalla Latte Art, con il campione mondiale 2018 Irvine Quek dalla Malesia. E la campionessa italiana Manuela Fensore. A rotazione incontri sulla tostatura, l’espresso, estrazioni filtro, interviste a barman e professionisti, workshop di pasticceria, di bartending, cupping e altro ancora.

Protagonista è il banco per le estrazioni a filtro “coffee brewing” all’interno dello stand 108 di Barbera 1870. Attende i visitatori una novità, tutta da gustare: accanto ai caffè di piantagione provenienti dall’Honduras e dall’India, certificati CSC, viene introdotto un nuovo caffè, il Colombia Excelso Finca San Cayetano.

Si prosegue di pochi passi ed ecco Le Piantagioni del Caffè allo stand 172. Qui è una vera esplosione di colori. Quelli dei Profili Colore del Gusto che attraverso 6 tinte guidano a individuare con facilità i caffè con i profili di gusto desiderati in modo semplice. In programma numerose sessioni di assaggio in espresso. Da gustare l’esclusiva Kombucha di San Luis: una bevanda a base di caffè ottenuta dall’estrazione a freddo di uno specialty coffee, poi fermentata.

Rubens Gardelli

pad D3

Allo stand 108, Goppion Caffè protagonisti sono le miscele Nativo, certificata Fairtrade  e bio; ed Espresso di Piantagione – CSC composta da arabica di origine Brasiliana e Centroamericana; il nuovo nome di quest’ultima vuole sottolineare il filo diretto che in esso si trova con le piantagioni selezionate da CSC. Quindi il “Biondo” servito in estrazione a filtro e un innovativo carrellino per fare il caffè “ambulante”.

www.caffespeciali.it – pagina Facebook Caffè Speciali Certificati – CSC