lunedì 27 Settembre 2021

Starbucks: nella Reserve roastery di Milano, servito il cold brew lemon sour

Il segreto sta nell'estrazione a freddo per ben 24 ore di uno dei caffè della catena appositamente macinati a grana grossa. L'altro punto di forza è di sicuro il lemon sour, ovvero una spremuta di limone mischiato con lo zucchero di canna grezzo

Da leggere

MILANO – Starbucks certo non lascia a bocca asciutta i suoi affezionati, soprattutto quando si tratta di ricette estive: a Milano, nella Reserve roastery che ha fatto da apripista alla catena in Italia, la bevanda di questa stagione è il cold brew lemon sour. Cocktail shackerato analcolico (quindi per tutti i palati, anche per chi vuole farsi un aperitivo più salutista) a base di caffè e con succo di limone.

Cold brew lemon sour: il segreto dietro questa bontà

Ovviamente il segreto sta nell’estrazione a freddo per ben 24 ore di uno dei caffè della catena appositamente macinati a grana grossa. L’altro punto di forza è di sicuro il lemon sour, ovvero una spremuta di limone mischiato con lo zucchero di canna grezzo. Un connubio fresco ed energetico pronto per superare la pausa estiva con la sua tipica calura.

Tutti in fila in Piazza Cordusio 3

Dove il team della Reserve roastery milanese hanno in serbo un’altra sorpresa per gli avventori: dentro il cold brew lemon sour, la coccola è una goccia di sciroppo d’acero che farà diventare il drink ancora più cremoso…

Il tutto servito nel bicchiere solitamente utilizzato per il whisky, più la decorazione di un bacio di marasca e una scorza di limone a mò di sorriso.

Vi lasciamo la lista completa delle proposte Starbucks, a questo link.

Ultime Notizie