Home Analisi di mercato Cina: crescit...

Cina: crescita astronomica e opportunità straordinarie per l’industria italiana

La Starbucks Reserve Roastery di Shanghai

MILANO – Ancora a metà anni duemila, il mercato del caffè in Cina era considerato interessante soprattutto in prospettiva. Ma l’enorme potenziale – già allora evidente – di questo paese strideva con dati sui consumi, poco più che simbolici: appena qualche centinaio di migliaia di sacchi, a fronte di una popolazione superiore, già allora, al miliardo e 300 milioni di abitanti.

La voce “Cina” era giocoforza relegata alle ultime righe nelle tabelle sui consumi mondiali, dove figurava a titolo di mera curiosità statistica o poco più.

A distanza di un decennio, le cose sono radicalmente cambiate. Già oggi, a dispetto di un dato pro capite ancora molto basso, la Cina è diventata una voce significativa delle statistiche mondiali. La conferma nelle cifre di un’analisi pubblicata nel più recente numero della rivista brasiliana “Negócio Café” pubblicata in collaborazione con l’Università Federale di Lavras e l’organizzazione di ricerca statale Embrapa.

ANCAP
Water + more

Cifre che testimoniano una crescita astronomica dei consumi cinesi: +1.032% in 10 anni. Ossia dieci volte nello spazio di un decennio. Dai 300 mila sacchi circa del 2008/2009 a 3,8 milioni nel 2017/18, secondo i dati di Usda, che prevedono peraltro un ulteriore balzo a 4,2 milioni di sacchi, a fine 2018/2019.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.