Home Aziende Industria Elettropompe ...

Elettropompe per l’espresso: la CEME compra l’italo-cinese ODE che fattura oltre 80 milioni di €

“Questa acquisizione rappresenta un passaggio fondamentale per CEME, perché ci permette di aggiungere alla nostra offerta una gamma di prodotti totalmente complementari a quelli già presenti nel nostro portafoglio” ha dichiarato il ceo Roberto Zecchi

ceme
Lo stabilimento a Trivolzio

TRIVOLZIO (Pavia) – CEME S.p.A., leader mondiale nel settore delle elettropompe a vibrazione ed elettrovalvole a solenoide con sede a Trivolzio controllata dal fondo Investindustrial che fa capo al finanziere ed uomo d’affari Andrea Bonomi, acquisisce il 100% di ODE, gruppo italo-cinese attivo nella produzione di pompe e valvole solenoidi. ODE è una storica realtà industriale fondata nel 1960 a Esino Lario che ha visto una costante crescita del proprio business, culminata con l’acquisizione della società ACL nel 2015. Oggi il gruppo può contare su tre stabilimenti industriali, circa 750 dipendenti e un fatturato superiore agli 80 milioni di Euro.

CEME e ODE insieme come potenza industriale

L’operazione, conclusasi nei giorni scorsi, permetterà a CEME di espandere ulteriormente la propria presenza commerciale e industriale, potendo contare su una capacità produttiva ulteriore di pompe e valvole a solenoide destinate tra le altre ad applicazioni nel settore del caffè, del vending, del beverage, della refrigerazione e del water-management.

ceme
Lo stabilimento ODE

Nell’operazione il Gruppo ODE è stato supportato da Banca Finint

In qualità di advisor finanziario e dallo Studio Backer McKenzie come advisor legale, mentre CEME è stata affiancata dallo Studio Chiomenti come advisor legale.

Roberto Zecchi, AD CEME

“Questa acquisizione rappresenta un passaggio fondamentale per CEME, perché ci permette di aggiungere alla nostra offerta una gamma di prodotti totalmente complementari a quelli già presenti nel nostro portafoglio” ha dichiarato il ceo Roberto Zecchi.

“Grazie al supporto strategico e finanziario di Investindustrial abbiamo intrapreso un percorso di crescita per linee interne ed esterne che ci ha portato a rafforzare e consolidare la nostra leadership nei segmenti e nei mercati in cui operiamo”.

CEME Group

Fondata nel 1974, CEME è un’azienda meccatronica leader nel mercato della produzione di pompe ad alta e bassa pressione, valvole in ottone e plastica, pressostati e flussostati che permettono il controllo del passaggio di ogni tipo di fluido: acqua, gas, vapore o aria.

Controllata al 97% dal fondo Investindustrial che ne ha acquisito la proprietà nel dicembre 2017, CEME ha sede a Trivolzio (PV) ed è guidata dal 2015 dall’Amministratore Delegato Roberto Zecchi, che ha indirizzato lo sviluppo dell’azienda verso una crescita per linee esterne ed interne con lo scopo di ottenere la leadership mondiale nei settori in cui opera.

Il mercato principale è costituito dalle macchine per il caffè, da quelle domestiche ad uso privato fino a quelle professionali, nel quale CEME è leader assoluto. Altri comparti di applicazione delle elettropompe ed elettrovalvole sono il settore dello stiro, quello del condizionamento dell’aria e del water-management.

CEME ha tre poli produttivi – Trivolzio (Pavia), Tarquinia (Viterbo) e Zhong-Shan (Cina) – che impiegano complessivamente 900 dipendenti: ogni anno vengono prodotti circa 40 milioni di pezzi, distribuiti in 70 Paesi – grazie a una fitta rete commerciale di distributori – per un fatturato che nel 2020 si è attestato a circa 170 milioni di Euro.
www.cemegroup.com