Home Caffè Torrefattori C’è Gop...

C’è Goppion Caffè a Venezia per la 77ª edizione della Mostra del Cinema

Rinnovata la partnership con Tino Eventi. Il caffè della torrefazione trevigiana in otto diversi angoli del gusto sparsi per la città Goppion Caffè torna a Venezia per La Mostra del Cinema

Goppion Caffè
Goppion Caffè alla 77ª Mostra del cinema di Venezia

PREGANZIOL (Treviso) – La torrefazione Goppion Caffè ha rinnovato anche per il 2020 la partnership con Tino Eventi, che da più di dieci anni gestisce gli angoli del gusto durante la manifestazione. Dal 2 al 12 settembre quindi è possibile trovare il Caffè Goppion in giro per la città dei Dogi, in particolare nella grande terrazza di Tino, il ristorante che tutti i giorni ospita attori, registi, giornalisti e i gli appassionati della cucina di Tino, oltre che del grande cinema, a due passi dal red carpet, ma non solo: Goppion è presente anche presso il Ristorante Vip al terzo piano del Palazzo Casinò e la Caffetteria Garden.

Sono 8 le macchine per la preparazione di un impeccabile espresso che aspetta attori, giornalisti e spettatori per una pausa rigenerante fra un proiezione e l’altra, o come degna conclusione di un pranzo preparato dalla maestria di Tino.

“Quella di quest’anno è una Mostra del Cinema di Venezia un po’ particolare – dichiara Paola Goppion – tra misure anti Covid, posti limitati e distanziamento sociale. Ci piace però pensare che una tazzina di caffè contribuisca a rendere migliore l’atmosfera e sia in grado di dare slancio a questa 77° edizione”.

Per il caffè è una sorta di ritorno a casa, visto che ha iniziato il suo viaggio in occidente proprio a Venezia, città che vanta anche il più antico caffè del mondo, quel Caffè Florian che ancora oggi è aperto in Piazza San Marco.

La scheda sintetica di Goppion Caffè

Oggi l’azienda occupa 35 dipendenti. Il fatturato 2019 è di 12 milioni di euro, la quantità di caffè lavorato circa 1 milione e 200mila kg. L’80% delle vendite è sviluppato dal mercato Italia e di questo il 60% è rappresentato dal canale Ho.Re.Ca., il rimanente 40% nella Gdo.

Le esportazioni rappresentano il restante 20% del fatturato totale aziendale, in rapida ascesa. Esportano nei seguenti paesi: Iran, Dubai, Taiwan, Singapore, Polonia, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Slovacchia, Russia, Bulgaria, Bielorussia, Lituania, Lettonia, Paesi Bassi, Ucraina, Belgio, Lussemburgo, Francia, Slovenia, Croazia, Bosnia, Grecia, Turchia, Egitto, Georgia.

Dal 2016 Goppion è certificata FSSC 22000, uno schema di certificazione rivolto ad organizzazioni produttrici di alimenti con l’obiettivo di armonizzare i requisiti di certificazione ed i metodi e i sistemi di sicurezza alimentare nella filiera, a garanzia del consumatore finale.

Dal 1997 fa parte di Csc, Caffè speciali certificati, un Consorzio nato dall’impegno di dieci Torrefattori italiani ricercatori della qualità all’origine, del caffè di piantagione con le quali ha un rapporto diretto.

Dal 1997 produce caffè biologico a proprio marchio un caffè speciale (NATIVO) certificato da Fairtrade e da CCPB.

Goppion è tra i fondatori del Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano Tradizionale, candidato al riconoscimento da parte di Unesco come bene immateriale dell’Umanità.