Home Affari & Mercati Caffè Vergnan...

Caffè Vergnano chiude il 2015 a 75 milioni in crescita del 6%

La casa ha registrato nel 2015 un giro di affari di oltre 75 milioni di euro, un quinto del quale realizzato con le esportazioni. La società si è confermata leader nelle capsule compatibili

vergnano
Il logo di Caffè Vergnano

MILANO – Caffè Vergnano ha chiuso il 2015 con un fatturato complessivo di 75,1 milioni di euro registrando una crescita del 6% rispetto allo scorso anno.

La società è un’antica torrefazione piemontese a capitale completamente italiano e guidata dalla famiglia Vergnano da quattro generazioni.

Esporta in oltre 80 paesi nel mondo e l’export pesa per il 21% del fatturato totale per un valore di 15,7 milioni di euro.

CARTE DOZIO
FRANKE

Gli ultimi anni segnano l’ingresso di nuovi paesi quali USA, Cile, Norvegia, Libano, Senegal, Tunisia, Svezia, Guyana, Guadalupe, Lussemburgo, Australia e il consolidamento delle relazioni con i più importanti distributori (Francia, Germania, Grecia e Polonia).

Il 2015 ha visto consolidarsi progetti e partnership importanti e avviare nuovi progetti.

Grazie a Èspresso1882, Caffè Vergnano ha consolidato la sua posizione di leadership nel segmento delle capsule compatibili con le macchine ad uso domestico a marchio Nespresso® con un valore pari a 9,9 milioni di euro.

Èspresso1882 compostabile di Caffè Vergnano è stato anche eletto Prodotto dell’anno 2016, il Premio all’Innovazione basato esclusivamente sul voto dei consumatori.

Nel mercato generale delle capsule in grande distribuzione, Caffè Vergnano è terza per fatturato e confezioni vendute nel mercato italiano.