giovedì 18 Agosto 2022

Caffè Letterario Moak: iscrizioni sino all’11/04

“Sono già passati vent’anni da quando, entrata da poco nell’azienda di famiglia, ho avuto l’idea di istituire il Caffè Letterario Moak con lo scopo di avvicinare la cultura e la sua evoluzione al progresso dell’azienda. Anno dopo anno questo appuntamento è diventato sempre più rinomato e la giuria si è costantemente arricchita di personaggi illustri del mondo della cultura italiana." Dice Annalisa Spadola, direttrice marketing di Caffè Moak

Da leggere

MODICA (Ragusa) – Caffè Letterario Moak (CLM) giunge alla XX Edizione e presenta la sua super giuria al completo: Cinzia Tani, Guido Conti, Piero Dorfles, Massimo Onofri e Andrea Vitali nomi di eccellenza ma anche amici di Caffè Moak. I cinque giurati sono infatti già stati presidenti di CLM nelle passate edizioni e l’azienda è onorata di celebrare questo traguardo insieme a loro.

Il bando per partecipare alla XX Edizione di Caffè Letterario, concorso nazionale di narrativa, è stato indetto da Caffè Moak in collaborazione con Archinet srl. Le iscrizioni sono già aperte e la scadenza del bando è stata prorogata all’11 Aprile 2022 per permettere ai sempre più che lo richiedono di potervi partecipare con il proprio racconto inedito sul tema del caffè.

Il Caffè Letterario Moak

“Sono già passati vent’anni da quando, entrata da poco nell’azienda di famiglia, ho avuto l’idea di istituire il Caffè Letterario Moak con lo scopo di avvicinare la cultura e la sua evoluzione al progresso dell’azienda. Anno dopo anno questo appuntamento è diventato sempre più rinomato e la giuria si è costantemente arricchita di personaggi illustri del mondo della cultura italiana.” Dice Annalisa Spadola, direttrice marketing di Caffè Moak.

Spadola continua: “Sono particolarmente grata a Cinzia Tani, Guido Conti, Piero Dorfles, Massimo Onofri e Andrea Vitali che quest’anno tornano a far parte della rosa dei giurati. Un ringraziamento particolare va anche ad Alessandro Di Salvo, che veicolerà Caffè Letterario anche all’interno del Festival “A tutto Volume”.

La giuria selezionerà, fra i concorrenti, i cinque finalisti ammessi al podio durante la serata di premiazione che si terrà nella sede di Caffè Moak, a Modica, il prossimo 18 Giugno.

Il bando completo e le news sono disponibili sul sito www.caffe-letterario.it o accedendo alle pagine social su facebook, twitter e instagram. Tutti i racconti selezionati dalla giuria verranno inseriti nell’antologia “I racconti sul caffè”.

La giuria di caffè letterario Moak, Cinzia Tani:

Cinzia Tani è giornalista e scrittrice, autrice e conduttrice radiotelevisiva. Nel 2004 è stata nominata Cavaliere della Repubblica per meriti culturali dal Presidente Ciampi. Tra i suoi libri: Sole e ombra (Mondadori, 2007, premio Selezione Campiello), Lo stupore del mondo (Mondadori, 2009), La storia di Tonia (Mondadori, 2014), Donne pericolose (Rizzoli, 2016), Il capolavoro (Mondadori, 2017), Darei la vita (Rizzoli, 2017), Figli del segreto (Mondadori, 2018), Donne di spade (Mondadori, 2019) e Amanti e rivali (Mondadori, 2020).

Guido Conti

Guido Conti è autore di antologie di racconti come Il coccodrillo sull’altare (Guanda 1998, Premio Chiara) e diversi romanzi tra cui I cieli di vetro (Guanda 1999, Premio Selezione Campiello). Ha curato la raccolta degli scritti di Cesare Zavattini e ha scritto Giovannino Guareschi, biografia di uno scrittore, (Rizzoli 2008, Premio Hemingway per la critica).

Per i ragazzi ha scritto e illustrato libri sulla saga della cicogna Nilou e la favola ecologica Un giorno tornerò̀ da te, tratta da una storia vera. Per Parma Capitale della Cultura 2020-2021 ha pubblicato La città d’oro, Parma e la letteratura, 1200-2020.

Massimo Onofri

Massimo Onofri è professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea e direttore del dipartimento di Scienze umanistiche. Collabora a L’Indice dei libri del mese, Nuovi Argomenti, Avvenire, La Stampa e al suo supplemento culturale Ttl, al domenicale del Sole 24Ore.

Ha tenuto una rubrica fissa di Narrativa italiana sul Diario della settimana, di cui è stato tra i fondatori ed è stato collaboratore del Dizionario Biografico degli Italiani (Istituto dell’Enciclopedia Italiana-Treccani). E’ opinionista ed editorialista per i quotidiani regionali del gruppo Agl-Espresso. Ha collaborato a L’Unita, il manifesto, ai programmi culturali di Radiouno, Radiotre, Rai international, Raisat e Rai Educational.

Piero Dorfles

Piero Dorfles è giornalista e critico letterario. Per la Rai ha curato diversi programmi radiofonici e televisivi tra cui Il baco del millennio e La banda. Da anni affianca i conduttori della fortunata trasmissione televisiva Per un pugno di libri su Rai3. Tra i suoi ultimi libri: Il ritorno del dinosauro (2010), I 100 libri che rendono più̀ ricca la nostra vita (2014), Le palline di zucchero della fata turchina e Indagine su Pinocchio (2018).

Andrea Vitali

Andrea Vitali, dopo una laurea in medicina, ha esordito nel 1990 con il romanzo breve Il procuratore, ispiratogli dai racconti di suo padre, nel 1996 ha vinto il Premio letterario Piero Chiara con L’ombra di Marinetti. Il grande successo lo ha ottenuto nel 2003 con Una finestra vista lago (Premio Grinzane 2004). Nel 2006 ha vinto il Premio Bancarella con il romanzo La figlia del Podestà̀ , nel 2009 il Premio Boccaccio e il Premio Hemingway. Tra gli ultimi romanzi ricordiamo Certe fortune, I casi del maresciallo Ernesto Maccadò, Sotto un cielo sempre azzurro e Documenti, prego.

La scheda sintetica di Caffè Moak S.p.A.

Caffè Moak S.p.A. nasce nel 1967 a Modica da un piccolo laboratorio siciliano fondato da Giovanni Spadola, scegliendo il nome “Moak” quale anagramma di moka ed ispirandosi all’antico nome arabo della sua città, Modica. Oggi Moak è guidata con la stessa passione dai figli del fondatore, Alessandro (CEO) e Annalisa (CMO) che hanno portato quella che era un’eccellenza artigianale locale a divenire un brand ed un gruppo imprenditoriale riconosciuto nel settore della torrefazione e della distribuzione del caffè in oltre 50 Paesi nel mondo.

La qualità del prodotto e l’ecosostenibilità sono alla base della filosofia aziendale: dalla selezione delle migliori monorigini, coltivate rispettando il lavoro dell’uomo e l’ambiente, alla tostatura per ogni qualità di caffè, fino al controllo dell’intero ciclo produttivo da un laboratorio di analisi interno tecnologicamente all’avanguardia.

All’innovazione tecnologica Moak ha da sempre affiancato l’evoluzione culturale: nel 2000 nasce il progetto “Moak Cultura” inaugurato con il concorso Caffè Letterario Moak cui è seguito il concorso “Fuori Fuoco”, che hanno visto il connubio tra artisti emergenti e personaggi illustri della cultura, in particolar modo nel campo della letteratura e fotografia artistica.

Due progetti fortemente voluti per poter apprezzare il Caffè Moak in contesti ed esperienze di socialità ed integrazione socio-storico-culturale: elemento di aggregazione e di identità collettiva dove il “food” e il “taste” sono anche memoria e rito, scambio culturale e patrimonio di significati ottenuti grazie ad un prodotto di qualità abbinato all’evoluzione innovativa.

Ultime Notizie