Home Caffè Torrefattori Caffè Borbone...

Caffè Borbone: nonostante il Covid-19 nel 1° trimestre 2020 cresce del 15,3% a 48,9 milioni

La torrefazione di Caivano (Napoli) fa capo per il 60% alla holding Italmobiliare, che ieri ha diffuso i dati, mentre il rimanente 40 per cento è nelle mani del fondatore Massimo Renda che ricopre anche la carica di presidente esecutivo

Massimo Renda Presidente esecutivo di Caffè Borbone
Massimo Renda è il presidente esecutivo di Caffè Borbone e detiene il 40% della società campana

MILANO – Italmobiliare, è una holding di partecipazioni quotata dal 1980 alla Borsa di Milano, il cui controllo fa capo alla famiglia Pesenti. Martedì 12 maggio il consiglio di amministrazione della società ha approvato e diffuso i dati dell’andamento trimestrale delle aziende che compongono la galassia Italmobiliare.

Tra le quali quella di nostro interesse è Caffè Borbone. Il cui 60 per cento fa capo a Italmobiliare mentre il fondatore Massimo Renda conserva il 40 per cento e la carica di presidente esecutivo della torrefazione di Caivano (Napoli).

Vediamo in dettaglio la parte dell’analisi dell’andamento trimestrale di Italmobiliare che si riferisce a Caffè Borbone.

La tabella riassuntiva del bilancio trimestrale di Caffè Borbone: ricavi a 48,9 milioni, nonostante il Covid-19

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.