Home Supply Chain Caffè Borbone...

Caffè Borbone, così la digitalizzazione ha rivoluzionato la supply chain

Massimo Renda Presidente esecutivo di Caffè Borbone
Massimo Renda è il Presidente esecutivo di Caffè Borbone

MILANO – Una delle chiavi del successo commerciale di Caffè Borbone sta nella rivoluzione tecnologica che ha radicalmente trasformato la gestione della supply chain ottimizzandone il funzionamento grazie ai sistemi Primeflex di Fujitsu, configurati con Sap Hana. Scopriamo come in questo approfondimento tratto dal sito ictBusiness.it.

Fondata nel 1997, Caffè Borbone ogni giorno produce 96 tonnellate di prodotto trasformato, ovvero caffè torrefatto e in grani, cialde e capsule, che vengono commercializzati in Italia e sui principali mercati europei.

In tempi recenti la forte crescita del giro d’affari (con incrementi del 40% da un anno all’altro) ha spinto l’azienda a metter mano a un’infrastruttura IT non più adeguata a sostenere le sue attività

“Semplicemente, non disponevano delle risorse necessarie”, spiega il chief operating officer, Francesco Vitobello. “In particolare, non eravamo in grado di gestire efficacemente i nostri dati”.

I dati a cui il Coo fa riferimento sono sia quelli delle vendite sia quelli del sistema informatico di produzione, il Manufacturing Execution System (Mes). Non soltanto l’azienda non riusciva a trarre valore da questi dati, ma troppe erano le procedure gestite in modo manuale e basate su rapporti cartacei.

Caffè Borbone necessitava di nuovi strumenti per poter identificare nuove tendenze e i clienti ad alto valore aggiunto

Così come aveva bisogno di tecnologie capaci di analizzare in tempo reale i dati di produzione, per correggere e prevedere inefficienze. E per mantenere costante nel tempo la qualità dei prodotti.

“La trasformazione digitale è un passaggio obbligatorio”, fa notare Vitobello. “Era venuto il momento per un upgrade. Avevamo bisogno di una soluzione che fosse in grado di garantire la capacità e gli strumenti necessari a continuare la nostra evoluzione anche sui mercati esteri”.

Appoggiandosi all’opera del system integrator Cat Srl, l’azienda ha quindi scelto di puntare sui Primeflex di Fujitsu, sistemi che integrano server, storage, connettività di rete e software. In particolare, ha adottato la versione di questa piattaforma ottimizzata per Sap Hana, il sistema di gestione di database in-memory di Sap.

Quest’ultima tecnologia di per sé consente di velocizzare le operazioni di calcolo. Ma Caffè Borbone necessitava anche di una piattaforma in cui memorizzare e collegare la crescente quantità di dati. “Eravamo alla ricerca di una soluzione stabile che fosse accessibile e facile da manutenere. Fujitsu ha soddisfatto tutti i requisiti”, assicura il Coo.

Il progetto ha richiesto nove mesi per la pianificazione e sole due settimane per la procedura di migrazione

Fujitsu Integrated System Primeflex for Sap Hana è stato adottato con a bordo i moduli dedicati a gestione materiali, finanza, pianificazione della produzione, vendite, distribuzione e business analysis. Caffè Borbone ha anche installato i sistemi di storage Eternus CS800 e DX200 e i server Primergy RX2540 M4.

Ora l’azienda si è assicurata accesso ininterrotto ai dati critici. Ma anche la capacità di analizzare qualsiasi altro tipo di informazione su vendite, distribuzione, tracciamento dei materiali, clienti (oltre 4.000), fornitori (700), referenze (circa mille).

Merito di “una piattaforma veloce, solida e flessibile”, come la definisce Vitobello, spiegando che la sua scalabilità consente anche di “supportare le nostre crescenti esigenze di espansione”.