Home Notizie Interviste Caffè Barbera...

Caffè Barbera festeggia 150 anni a Host: una storia di famiglia impostata sulla tradizione

Barbera 1870
Logo Barbera 1870

MESSINA  – Dal 1870 al 2019, una storia di successo per l’azienda Caffè Barbera. Ora festeggia questo passato lungo 150 anni, che li ha portati sino ad oggi, con una presenza speciale durante la prossima edizione di Host.

Caffè Barbera nasce nel 1870. Centocinquant’anni dalla fondazione

Avete raggiunto un bel traguardo. A Host 2019, la fiera leader mondiale dedicata al mondo della ristorazione e dell’accoglienza, presenterete il programma delle celebrazioni che state allestendo per il 2020. Possiamo avere qualche anticipazione?

“E’ un grande traguardo che poche aziende possono vantare e che ci riempie di orgoglio. Celebrare una storia lunga più di un secolo è emozionante ma anche molto impegnativo. Non possiamo anticipare nulla per non rinunciare all’effetto sorpresa ma, nel corso del 2020, ci saranno eventi celebrativi, saranno presentati nuovi prodotti e ci sarà un’operazione di rebranding aziendale che manterrà intatta la nostra identità.

Tutte le novità e le iniziative, che saranno anticipate ad Host e presentate ufficialmente a Sigep 2020, avranno un obiettivo

Condividere un successo lungo 150 anni senza perdere di vista il fatto che
questo importante traguardo non è solo un punto di arrivo. In realtà è un trampolino di lancio per nuovi successi. Insomma, in poche parole la storia continua.”

Nel vostro stand di Host 2019 ci sarà spazio solo per l’anniversario di Caffè Barbera?

“Saremo presenti con uno spazio che ruoterà attorno ad un’area centrale che raccoglierà i vari momenti di consumo legati al mondo Horeca. Quindi il bar, il fuori casa (ristorante o ufficio che sia) e il brewing per la degustazione dei caffè mono origine. Presenteremo la nostra gamma di prodotti al completo. Si va dalle capsule compatibili, al caffè in grani, con particolare attenzione al Bio e alla nostra miscela di eccellenza: la “Pregiata” garantita sin dall’origine dall’Associazione Csc “Caffè Speciali Certificati”.

La fiera sarà soprattutto l’occasione per il lancio dei nuovi prodotti compostabili a tutela dell’ambiente: le cialde e le capsule compatibili Nespresso.”

L’anniversario dei 150 anni porterà novità anche per la sede storica di Messina?

“Ci saranno molte novità, anche strutturali. Sono previsti l’ampliamento dello stabilimento e l’inaugurazione della nuova Accademia di Formazione. E poi ci sarà spazio per eventi e celebrazioni nel corso dell’anno. La nostra sede ha già un’area museale dedicata al caffè che sarà rinnovata e aperta alle visite. Ci sarà spazio per studenti, appassionati, famiglie.

E per chiunque vorrà conoscere da vicino la torrefazione più antica d’Italia. Sarà un modo per avvicinare la gente allo storico brand della città di Messina.”

Centocinquant’anni è un traguardo che pochissimi torrefattori possono vantare. Ci raccontate la vostra storia?

“La storia di Caffè Barbera si lega in maniera inscindibile alla città e alle sue vicissitudini ma anche alla vita della famiglia del suo fondatore, Domenico Barbera. Che nel 1870 getta le basi a Messina per la costruzione di una solida azienda per la torrefazione e la vendita del caffè.

Dopo la scomparsa del fondatore e il terremoto del 1908, il figlio Antonio, ricostruisce l’azienda praticamente dal nulla. Trasformandola in una vera e propria attività industriale che, sotto la guida del figlio Domenico, continuerà a crescere superando anche i due conflitti mondiali.

E’ il 1970 l’anno della vera svolta quando Vittorio Barbera

Che rappresenta la quarta generazione e trasforma l’azienda in una delle principali torrefazioni del sud Italia. Realizzando uno stabilimento all`avanguardia e affermando sempre più l’elevata qualità dei propri prodotti. Una storia di famiglia fatta di tradizione e impegno, guidata oggi dai fratelli Antonio e Francesco che rappresentano la
quinta generazione.

Il 2014 saluta l’ingresso in azienda della sesta generazione con Vittorio, Federica e
Alessandra. Che portano un’ondata di dinamismo e novità senza dimenticare i principi di lealtà che gli uomini e le donne Barbera si tramandano da 150 anni.”

Chi è il Mago del caffè che compare nel vostro logo storico?

“Si tratta di Domenico Barbera, Fondatore dell’Azienda: la sua passione per il caffè e le sue capacità nel lavorarlo gli valsero il soprannome “Il Mago del Caffè”, espressione che diventerà poi lo slogan aziendale.

Com’ è organizzata la vostra azienda?

“La nostra è un azienda con una struttura organizzativa di tipo funzionale dove i ruoli direttivi sono assegnati ai rappresentanti della famiglia Barbera. Nello specifico i fratelli Francesco e Antonio della quinta generazione, rispettivamente Amministratore Delegato e Presidente dell’azienda, sono responsabili dell’Area Commerciale e Finanziaria e dell’area Produzione e Approvvigionamenti. I figli Vittorio, Alessandra e Federica, che rappresentano la sesta generazione, si occupano rispettivamente delle tre seguenti aree: Export e Ricerca & Sviluppo, Marketing e Digital Marketing & Communication.”

Quanto è cambiata la comunicazione e quanto è diventata essenziale?

“La comunicazione Caffè Barbera si è evoluta con il passare degli anni e nel nostro caso ha fatto storia. A partire dai primi packaging a marchio Barbera, dalle campagne advertising e tv fino al binomio con grandi fotografi e artisti per i Calendari “Arte e Caffè”. La storia della comunicazione Barbera rivela non solo la storicità dell’azienda ma anche il suo profondo legame con il territorio. Racconta una Sicilia fatta di tradizione, gusto, linguaggi e stili che rappresentano il nostro brand la cui forza consiste nel comunicare autenticità, esprimere valori, una storia e un’identità ben definita.

A questo si aggiunge la capacità di dialogare con i propri consumatori attraverso i social media per raggiungere un numero sempre maggiore di utenti o target di riferimento; rispondendo ai desideri che emergono da una società sempre più attenta ed esigente.”

In 150 anni avete affinato la capacità di soddisfare le esigenze e i gusti di tutti. Come si estrinseca questo nei prodotti di oggi?

“Nella nostra filosofia ogni prodotto è il frutto di un’ accurata ricerca che punta ad anticipare le attese del consumatore e a soddisfare ogni tipo di esigenza. Selezione dei migliori chicchi, estrema cura in ogni fase del processo produttivo; costante attenzione alla qualità e continua attività di ricerca e innovazione sono i requisiti che rappresentano la nostra azienda. E’ lo stesso Presidente Antonio Barbera, insieme al figlio Vittorio, che visita periodicamente le piantagioni e i fornitori nei paesi di origine.

La qualità delle miscele nasce dal rigore dei controlli in tutte le fasi del processo produttivo

Dall’approvvigionamento della materia prima, alla tostatura, fino al confezionamento che esaltano al massimo le caratteristiche proprie dell’espresso: crema, aroma e corpo.

Grande attenzione è rivolta poi a tutti i prodotti destinati alle famiglie, agli uffici e a quanti desiderano gustare un buon caffè in qualunque momento della giornata, non solo al bar. La qualità delle miscele è inoltre associata ad un packaging moderno che contraddistingue da sempre Caffè Barbera.

Da molti anni è attiva anche la l’Accademia Caffè Barbera per istruire clienti e baristi. Che cosa ha di particolare?

“L’Accademia rappresenta per noi un valore aggiunto nell’interesse del cliente finale. Oggi, la formazione, è fondamentale. Per ottenere un espresso perfetto tanto la qualità del prodotto che la tecnologia devono essere accompagnate dalla grande professionalità degli addetti ai lavori che devono acquisire le competenze necessarie per estrarre al meglio il proprio caffè e per lavorare bene con la macchina.

Un percorso, quello della formazione, che, Caffè Barbera, segue con impegno quotidiano rivolgendosi a baristi, distributori e forza vendita. Ma anche esperti e consumatori, per divulgare la cultura del caffè di qualità.

Per questo organizziamo diversi corsi sul caffè verde e sulla preparazione dell’espresso tenuti da trainer di livello affiancati da Vittorio Barbera. Uno dei massimi esperti di caffè verde e tostatura, trainer autorizzato Sca e Q-grader certificato dal “Coffee Quality Institute”. Per i corsi sull’arte del cappuccino ci avvaliamo della collaborazione di Giuseppe Fiorini, campione italiano Latte Art 2016. A tutti i corsisti viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Il vostro mercato è sia in Italia che all’estero. Dove siete presenti?

“La nostra presenza si concentra maggiormente nel sud Italia, in particolare in Sicilia e Calabria, con oltre 1.500 punti vendita serviti da agenti diretti, così come nel resto d’Italia.

All’estero operiamo attraverso una rete di distributori divisi per macro aree, nell’ottica di una partnership che contribuisca a consolidare i business di entrambi. I principali mercati di riferimento sono Canada, Europa, Usa. E i paesi dell’Area Mena (Medio Oriente e Nord Africa). La sezione Digital di Caffè Barbera nasce nel 2014 ed ora i vostri prodotti si trovano anche su Amazon

La sezione digital della nostra azienda nasce dalla volontà di proiettarsi nel mercato globale

Utilizzando le ultime tecnologie e la multicanalità, aspetto che qualsiasi azienda di prodotto non può ignorare.  Su www.caffebarbera.it, gli utenti, trovano la vetrina e-shop ed il sito corporate, dove, navigando tra le vari sezioni, Azienda, Prodotti e Blog, si può assaporare il mondo Barbera, fatto di tradizione, cultura, gusto. Il Blog è proprio una novità del 2019. Sviluppato con l’idea di condividere con gli utenti digitali la nostra esperienza nel settore, idee e “chicche” sul mondo del caffè ed allo stesso tempo di consolidare la nostra presenza on line.

E’ fondamentale infatti avere un’offerta varia ed integrata

Da qui nasce la cura e l’attenzione per i nostri canali social Fb, In e Ig in linea con l’identità del nostro sito, ma con un pizzico di freschezza in più. A completamento dell’offerta, da più di un anno, siamo presenti anche su Amazon. Con 5 mercati aperti, guardano oltre all’Italia anche al Regno Unito, alla Spagna; alla Francia e alla Germania.

Si tratta di un canale che dà la possibilità di raggiungere con estrema facilità, sfruttando il suo enorme bacino di utenza, i consumatori di tutto il mondo. Che ricercano il nostro brand e i valori presenti nella tradizione dei nostri prodotti o semplicemente un prodotto made in Italy di un’azienda familiare sinonimo di qualità.

Infine una piccola parentesi sulle vendite: il monoporzionato è molto presente su questo canale

Possiamo dire però che spesso il nostro “best seller mensile” è una qualità di caffè macinato, per moka. Particolarmente apprezzato soprattutto su Amazon, in linea con la tendenza che gli acquisti. Anche per i tipici prodotti da supermercato, si stanno sempre più spostando dall’off line all’on line.

Importanti novità in arrivo anche per i nostri “150 digitali“. Ma su questo vogliamo lasciarvi l’effetto sorpresa…”

Dal 1999 siete stati tra i primi soci del Consorzio Csc (Caffè Speciali Certificati). Che cosa significa per voi e per i vostri prodotti?

Il Consorzio Csc è nato dall’esperienza e dalla passione di un gruppo di torrefattori, tra cui Caffè Barbera. Accomunati dallo scopo di promuovere la cultura del caffè di qualità. Caffè Barbera si è sempre distinta; mantenendo alto il profilo di conoscenza della materia prima per cui far parte di Csc è stata la naturale evoluzione di un percorso orientato a un prodotto di qualità ed eccellenza.

La Csc, grazie a procedure rigorose che permettono di ottenere uno standard qualitativo certo e dimostrabile, garantisce, con una propria certificazione, la filiera di prodotto dalla piantagione alla tazzina; rilasciando alla Caffè Barbera uno speciale bollino anti contraffazione che viene posto sulle confezioni come garanzia di eccellenza.

Dal 1999 è in funzione il laboratorio di ricerca. Di che cosa si occupa?

“Nel laboratorio di ricerca e sviluppo si prosegue con passione il lavoro già iniziato negli anni ’60 da ricercatori e studiosi della famiglia Barbera. Le cui pubblicazioni sono state diffuse su importanti riviste scientifiche. Oggi si continua ad aggiornare questi studi per una migliore comprensione dei sistemi fisici e biologici.

Quindi dallo studio dei gas inodori e sostanze volatili del caffè tostato fino alla caratteristica peculiare dell’espresso, che è la crema. Il caffè è una bevanda complessa; l’aroma deriva da circa 1500 caratteristiche chimiche e studiarlo vuol dire coinvolgere competenze di diversi settori ed è quello che facciamo nel nostro laboratorio di controllo e di analisi sensoriale.

In particolare il nostro biologo si occupa dei controlli sul caffè crudo in ingresso. Verificando che siano rispettate le caratteristiche di pregio che devono possedere i caffè acquistati. Successivamente lo stesso biologo effettua i test sul prodotto tostato per assicurare la costanza delle prestazioni e verificare le doti aromatiche e le qualità inerenti il corpo, con verifica dell’intensità di tostatura; misurandone il colore, l’omogeneità dei chicchi e l’assenza di difetti. Inoltre, nel laboratorio, vengono studiati nuovi caffè. Effettuando prove sui chicchi dei campioni che arrivano dalle aree caffeicole di ogni parte del mondo; progettando nuove ricette e realizzando nuove miscele di caffè tostato.

Qual è la vostra posizione di fronte al consumo delle cialde e delle capsule? E come siete organizzati in questo settore?

“Negli ultimi anni si è assistito ad una crescita del caffè monoporzionato. Che, insieme al biologico, rappresenta l’unico settore in crescita nel fuori casa. La nostra azienda si è adeguata quindi, lanciando le nuove capsule compatibili Nespresso, Lavazza Point e Lavazza A Modo Mio. Inoltre, in linea con la nostra cultura ecosostenibile in difesa dell’ambiente, abbiamo realizzato il prodotto compostabile sia in cialda che in capsula compatibile Nespresso che presenteremo ad Host.

Certamente il mercato del monoporzionato continuerà a crescere. Pur facendo i conti con le preoccupazioni per la sostenibilità e lo smaltimento. Sarà il tempo a dire se i numeri confermino i trend di mercato.

Parliamo dei nuovi prodotti Bio

“La nuova gamma Bio non ha fatto altro che soddisfare le richieste di un mercato sempre più attento e sensibile ai temi del biologico, della naturalità e della sostenibilità. È chiaro che ogni novità va comunicata alla clientela presentando correttamente il prodotto. E sottolineando, come in questo caso, che i caffè provengono da agricoltura biologica e possiedono la certificazione per il commercio “fair trade” (equosolidale). E che viene utilizzato un metodo di coltivazione naturale, rispettoso dell’ecosistema e della sicurezza dei coltivatori. Il nostro prodotto Bio è disponibile in grani, macinato ed in capsule.

Quali altri prodotti commercializzate oltre al caffè?

“Una novità stuzzicante che è lo stecco Maghetto, il primo gelato artigianale su stecco realizzato con vero caffè espresso e che potrà essere gustato presso il nostro stand a Host 2019. Da qualche anno abbiamo avviato una collaborazione in co-branding con un’azienda siciliana, la Geryanna, che produce gelati artigianali al 100% naturali e con cui abbiamo sviluppato questa ricetta unica. Una partnership che nasce dalla condivisione di valori come il rispetto della tradizione, la genuinità delle materie prime e la ricerca costante della qualità. Valori per i quali Caffè Barbera e Geryanna sono diventate sinonimo di eccellenza siciliana.”

Che cosa è il Caffè Specialty per Caffè Barbera?

“La scelta di caffè specialty è sempre stata una prerogativa per garantire ai nostri clienti il massimo della qualità. Nella nostra famiglia si parla di caffè specialty sin dalla fine degli anni 90. Infatti il Presidente Antonio Barbera, esperto della materia prima, ha anticipato il mercato insieme a pochi altri torrefattori italiani fondando il Consorzio Csc (Caffè Speciali Certificati). Oggi con l’avvento della così detta “Third Coffee Wave” sembra scontato promuovere e diffondere la cultura degli Specialty cosi come il trend delle singole origini.

Noi abbiamo trasmesso questa attenzione in Sicilia già 20 anni fa, quando il nostro Presidente andava personalmente nelle piantagioni insieme a pochi altri colleghi (associati Csc) a selezionare le migliori varietà di caffè in tutto il mondo. L’obiettivo era quello di identificare il produttore in grado di coltivare, processare ed esportare le migliori qualità di caffè verde. Garantendo la totale tracciabilità del lotto prodotto dalla piantagione alla tazzina. Possiamo dire che siamo stati in assoluto i pionieri del concetto di caffè specialty in Sicilia e nel Sud Italia.”

Caffè Barbera significa anche: collezione di tazzine, calendari, arte… come sono nate queste idee e come la state sviluppando?

“La nostra azienda si è sempre distinta per la passione verso l’arte in tutte le sue forme.
Arte e caffè” rappresentano assieme un connubio perfetto. Il bello e il buono che si traducono in eccellenza.

Una passione per l’arte, soprattutto contemporanea, che si manifesta con l’acquisto di opere, contributi a mostre, promozione di eventi culturali. Ma, soprattutto, con la realizzazione ogni anno di tazzine, calendari e packaging firmati da importanti artisti.

Cosa significa per un bar scegliere Caffè Barbera?

“Scegliere Caffè Barbera significa lavorare con un partner che vanta 150 anni di storia che è garanzia di successo. Non solo per la costante qualità del caffè, ma anche per l’ampia gamma di servizi offerti che accompagnano il cliente nel suo percorso professionale.”