Home Acqua BWT adesso al...

BWT adesso allarga l’offerta alle bevande senza zuccheri aggiunti

Atrium caffè di Parma
L'esterno dell'Atrium caffè di Parma

MILANO – BWT, l’azienda che si occupa del trattamento dell’acqua potabile con particolare attenzione agli usi professionali a cominciare dalla preparazione del caffè espresso, per il quala offre prodotti specifici, è da sempre sinonimo di ricerca e innovazione, al passo con i tempi che cambiano e le tendenze che si evolvono.

BWT si è ormai accorta da tempo che i comportamenti collettivi devono cambiare in un’ottica di sostenibilità e di salvaguardia del pianeta Terra, per noi che lo viviamo e per coloro che ci seguiranno in futuro, ed è per questo motivo la Casa Madre austriaca BWT ha inserito nella propria offerta, oltre alle note cartucce, una linea completa di prodotti per l’erogazione di acqua potabile, liscia o gassata, da erogare nelle aziende, nei locali pubblici e in casa.

La novità di questi giorni è il nuovo dispenser della linea BeWell che alle sopra citate acque di alta qualità, liscia, gassata e con aggiunta di magnesio, affianca ora le bevande a base di acqua con addizione di essenze naturali, estratti di frutta fresca senza coloranti, senza conservanti e senza zuccheri, fruibili anche da coloro che hanno fatto una scelta di vita “vegana”.

Il distrinìbutore d’acqua Be Well

L’offerta di bevande senza zuccheri aggiunti, con l’uso degli zuccheri naturali propri del frutto utilizzato, segue la tendenza cosiddetta “sugar free” che in alcune nazioni come la Francia è già diventata un “must”, ma anche in Italia vanno forte, e che presto sulla spinta delle normative europee arriverà anche da noi sugli scaffali dei supermercati, nei negozi e nei locali pubblici.

La prima installazione dell’innovativa BeWell è stata completata a Parma con la collaborazione di ECOTEK agenzia BWT locale , e il luogo dove i nostri lettori possono andare ad assaggiare le nuove bevande è l’innovativo locale ATRIUM CAFFÈ voluto da allieve del pioniere del caffè Lino Alberini, che gli addetti del settore conoscono benissimo come uno degli iniziatori del fenomeno dei caffè Specialty in Italia.

Le sorelle Tania e Ludmila hanno creato un locale luminoso, stuzzicante, con un’offerta che spazia dalla caffetteria alla cucina, un locale diverso dai tradizionali bar italiani e più vicino al concetto europeo di coffee shop, nel quale si può degustare dell’ottimo caffè e, perché no, una bevanda naturale.

Un prodotto che, se di proprio gradimento, si può anche acquistare per portare a casa o in ufficio nei comodissimi contenitori con tappo a vite, riciclabili per ulteriori riempimenti evitando di usare ogni volta nuovamente altra plastica inquinante: le bottiglie usate sono sì in plastica alimentare ma fatte in modo da poter essere riutilizzate all’infinito.

L’interno dell’Atrium caffè dove campeggia una nuovissima macchina XVLI con il contenitore di torrefatto all’azoto, Azomico