sabato 18 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Borse in caduta libera: a New York 13 sedute consecutive al ribasso

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Fattori fondamentali, ma anche manovre speculative sotto traccia hanno motivato i ribassi delle ultime settimane nelle borse del caffè, con New York e Londra rispettivamente ai minimi degli ultimi 15 e 14 mesi. Il contratto per scadenza dicembre dell’Ice Arabica ha sin qui registrato 13 sedute consecutive in territorio negativo, passando dai 217,85 centesimi dell’11 ottobre ai 169,80 di venerdì 28 ottobre, quando ha lasciato sul campo, in un solo giorno, 905 punti.

Nell’ottava trascorsa si è registrato uno scivolone dell’11%, il massimo declino settimanale da settembre 2020.

Triestespresso

Un’evoluzione che ha spiazzato molti addetti ai lavori. Intanto gli stock certificati scendono a un nuovo minimo: appena 384.795 sacchi.

Nel contempo, il contratto per scadenza novembre di Londra ha perso quasi il 14% da inizio mese chiudendo venerdì a 1.871 dollari. Ê il livello più basso per la scadenza principale dall’agosto dell’anno scorso.

A dettare questo sentiment negativo nelle borse sono innanzitutto i fattori macro economici.

La crisi energetica, con il profilarsi della recessione, unito al crescere dell’inflazione, che sta portando al rialzo dei tassi da parte delle principali banche centrali, fanno temere anche per la domanda mondiale di caffè, soprattutto nel fuori casa.

L’annuncio di nuovi lockdown in Cina ha gettato altra acqua sul fuoco. A mettere ulteriore pressione sui prezzi delle borse ha anche contribuito l’indebolirsi del real, alla vigilia dell’incerto ballottaggio delle presidenziali brasiliane.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

Carte Dozio