lunedì 27 Settembre 2021

«I bar sono 167.159, i ristoranti 222.314: il record alla Lombardia con 31.366 imprese»

Negli ultimi 9 anni le aziende operanti nel settore sono quasi raddoppiate. Nel 2011 si contavano 112.234 imprese, oggi se ne contano 222.314, il 98,1% in più. Un’esplosione che coinvolge un po’ tutto il territorio, ma in particolare le grandi città, tanto che dal 2001 al 2018 a Roma si son registrate 1,3 aziende in più al giorno

Da leggere

MILANO – Il quadro dei pubblici esercizi sta migliorando solo ultimamente, grazie all’azione combinata della campagna di vaccinazione e le misure di sicurezza presenti ma meno restrittive: per capire dove siamo arrivati però, è necessario comprendere che cosa ha passato questo settore e come hanno vissuto il 2020 bar e ristoranti. A questo proposito, riportiamo le cifre di truenumbers.it, che raccontano quante attività di questo tipo erano presenti sul territorio nazionale, riferendosi in particolare alle singole Regioni.

Bar e ristoranti: un po’ di dati

Da un po’ di tempo ormai si possono consumare cibi e bevande anche all’interno di bar, ristoranti e pizzerie in tutta Italia. Si può, quindi, sostare all’interno dei bar e mangiare pure nelle sale dei ristoranti, non solo negli spazi all’esterno come è stato dalla riapertura del 26 aprile decisa dal governo Draghi.

Le regole all’aperto e al chiuso

Misure che riguardano centinaia di migliaia di bar e ristoranti aperti in tutta in Italia. Vediamo quanti. Nel Paese abbiamo 222.314 ristoranti e 167.159 bar. Secondo i dati di Unioncamere a dicembre 2020, se si tiene conto anche delle attività di catering e delle mense, si potevano contare su tutto il territorio ben 397.700 imprese.

Quanti sono i bar e i ristoranti aperti in Italia

Il settore della ristorazione è uno dei più antichi e prestigiosi del Paese. Basti pensare che siamo il secondo Paese al mondo per ristoranti stellati e la guida Michelin l’ultimo anno ha assegnato a ben 11 ristoranti la tripla stella. Eppure, nonostante la storia, negli ultimi 9 anni le aziende operanti nel settore sono quasi raddoppiate. Nel 2011 si contavano 112.234 imprese, oggi se ne contano 222.314, il 98,1% in più. Un’esplosione che coinvolge un po’ tutto il territorio, ma in particolare le grandi città, tanto che dal 2001 al 2018 a Roma si son registrate 1,3 aziende in più al giorno. A maggior ragione, vista la tenera età, sono tutte attività che devono ancora ammortizzare gli investimenti e che oltre un anno di chiusura sta facendo soffrire particolarmente.

Bar e ristoranti nelle regioni italiane

Comprensibilmente è la provincia di Roma quella con più attività di ristorazione, con 20.064 attività. Se però guardiamo ai servizi catering e alle mense se ne aggiungono 482 e includendo anche i bar si arriva ad un totale di 34.200 attività. Non è per il Lazio, con un totale di bar e ristoranti di 45.234 unità, la regione che ne conta di più. Per trovare la capolista dobbiamo spostarci al Nord, in Lombardia.

Qui si possono contare 31.366 imprese attive nella ristorazione, 788 catering e mense, 27.564 bar e 325 attività operanti nel settore ma di difficile catalogazione. Sono quindi 60.043 le imprese lombarde. Al terzo gradino del podio regionale troviamo la Campania con 38.056 attività di cui 20.844, quasi come a Roma, nella ristorazione.

Ultime Notizie