mercoledì 18 Maggio 2022

Bacche di caffè: come l’estratto aiuta l’umore e lo stato di veglia

Lo studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, crossover ha incluso 46 maschi e femmine sani, 18-49 anni di età (età media 23 anni), consumando: 1100 mg di estratto di bacche di caffè, 1100 mg di estratto di bacche di caffè più 275 mg di estratto di mela, 100 mg di estratto di bacche di caffè più 275 mg di estratto di mela o placebo in 4 occasioni separate, completando valutazioni cognitive e dell'umore prima della dose e poi di nuovo a 1, 3 e 6 ore dopo la dose

Da leggere

MILANO – Uno stato di veglia e un umore più alto grazie all’estratto di bacche di caffè: questa è una nuova evidenza scientifica rilevata dai ricercatori della Northumbria University (Inghilterra), PHMR Ltd (Inghilterra) e PepsiCo (USA) in una ricerca finanziata proprio dal colosso PepsiCo. Abbiamo tradotto la pubblicazione da tandofline.com.

Bacche di caffè e mela: lo studio sui loro effetti

I polifenoli delle bacche di caffè (acido clorogenico) e della mela (flavanolo) hanno dimostrato di migliorare l’umore e di aumentare il flusso sanguigno cerebrale negli esseri umani sani. Questi effetti possono essere alla base degli effetti cognitivi dei polifenoli visti in precedenza.

Lo studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, crossover ha incluso 46 maschi e femmine sani, 18-49 anni di età (età media 23 anni), consumando: 1100 mg di estratto di bacche di caffè, 1100 mg di estratto di bacche di caffè più 275 mg di estratto di mela, 100 mg di estratto di bacche di caffè più 275 mg di estratto di mela o placebo in 4 occasioni separate, completando valutazioni cognitive e dell’umore prima della dose e poi di nuovo a 1, 3 e 6 ore dopo la dose.

In conclusione

In linea con i risultati precedenti, 1100 mg di bacche di caffè hanno generato un aumento dell’eccitazione. L’assenza di effetti sull’umore quando è stato aggiunto un estratto di mela, e il potenziale per la bassa dose di caffeina all’interno della bacca di caffè di agire sinergicamente con i polifenoli, sollevano interessanti piste future di ricerca.

I contributors

Philippa A. Jackson, Crystal Haskell-Ramsay, Joanne Forster, Julie Khan, Rachel Veasey, David O. Kennedy, Alissa R. Wilson, Caroline Saunders & Emma L. Wightman (2021) Acute cognitive performance and mood effects of coffee berry and apple extracts: A randomised, double blind, placebo controlled crossover study in healthy humans, Nutritional Neuroscience.

Ultime Notizie