Home Catene di caffetterie Autogrill: la...

Autogrill: la trimestrale mostra come il virus abbia colpito la catena, ma intravede la ripresa

Risultati al 30 aprile 20201 • Ricavi: €963m (€1.455m al 30 aprile 2019), -33,9% a cambi correnti (-35,0% a cambi costanti) a causa dell’escalation in atto della pandemia da COVID-19 − Performance like for like a -35,3% da inizio anno − Ricavi in calo dell'88% a cambi correnti nel mese di aprile 2020 • EBITDA (IFRS16) a €50,8m nel periodo (€178,6m al 30 aprile 2019) ed EBIT (IFRS16) a -€157,7m nel periodo (-€8,8m al 30 aprile 2019) − La riduzione dei ricavi ha generato una corrispondente riduzione dell’EBITDA di €127,8m, pari a un’incidenza del 26% (“drop through”) , e una corrispondente riduzione dell’EBIT di €148,9m, pari a un drop through3 del 30%. L’impatto negativo straordinario indotto dalla pandemia è stato mitigato grazie alle iniziative messe in atto dal Management per ridurre in modo significativo la base dei costi • Liquidità: cassa e risorse disponibili per circa €500m − Consumo di cassa pari a circa €100m nel mese di aprile 2020 a causa della riduzione dei ricavi derivante dalle restrizioni ai viaggi e del parziale assorbimento del capitale circolante del primo trimestre 2020. Con il consolidarsi delle iniziative di mitigazione del Gruppo, si prevede che il consumo di cassa mensile si riduca a partire dal mese di giugno 2020 a circa €35-40m, nell’ipotesi di una contrazione dei ricavi mensili del 75% nel secondo semestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2019 − Nessuna scadenza rilevante dei debiti in essere fino al 2023, dopo aver rifinanziato con successo un prestito a termine di €150m originariamente in scadenza nel 2021 Andamento dei ricavi a maggio • Primissimi segni di ripresa, specialmente in Italia e nel Resto dell'Europa, e in particolare nel canale autostradale, in seguito al parziale allentamento delle misure di lockdown nella prima metà di maggio COVID-19: piano di mitigazione • La principale priorità è proteggere la salute e la sicurezza dei dipendenti e dei clienti. • Il Gruppo sta adottando misure adeguate per mitigare l'impatto finanziario e operativo causato dal COVID-19 e preservare la liquidità tramite riduzione degli affitti e trattative con i finanziatori del Gruppo

tondato da ruos autogrill
Gianmario Tondato da Ruos, amministratore delegato di Autogrill

MILANO – Mercoledì 20 maggio In data odierna il Consiglio di Amministrazione di Autogrill S.p.A.(Milano: AGL MI) ha esaminato e approvato i dati (preliminari e non auditati) dei ricavi consolidati dei primi quattro mesi al 30 aprile 2020. Di cui sopra vedete i dati essenziali.

Gianmario Tondato Da Ruos, amministratore delegato del Gruppo, ha dichiarato: “Come dimostrato negli ultimi due mesi, siamo in grado di adattare prontamente il nostro business al variare dei volumi di traffico. Abbiamo adottato diverse misure per mitigare gli impatti finanziari e operativi causati dal COVID-19 e ora, mentre molti paesi sono in procinto di riaprire, ci stiamo preparando per la prossima fase. In questo
periodo ci siamo dotati di un’offerta commerciale in linea con i nuovi bisogni dei consumatori, con un’attenzione costante alla sicurezza e alla salute dei nostri dipendenti e clienti”.

Ricavi consolidati del Gruppo al 30 aprile 2020

autogrill ricavi consolidati  Gruppo: performance like for like a -35,3% da inizio anno
− Impatto negativo sui ricavi generato dal COVID-19 pari a circa €530m
− Ricavi in calo dell’88% a cambi correnti ad aprile 2020
− Circa l’80% dei punti vendita totali risulta chiuso al 30 aprile 2020
 Nord America: performance like for like a -37,9% da inizio anno
− Impatto negativo sui ricavi generato dal COVID-19 pari a circa $310-315m
− Ricavi in calo del 96% a cambi correnti ad aprile 2020
− 80% dei punti vendita totali chiuso al 30 aprile 2020
 International: performance like for like a -14,5% da inizio anno €m Like for Like
− Impatto negativo sui ricavi per circa €30-35m generato dal COVID-19
− Ricavi in calo del 58% a cambi correnti nel mese di aprile 2020
− 82% dei punti vendita totali chiuso al 30 aprile 2020
 Europa: performance like for like a -39,1% da inizio anno
− Impatto negativo sui ricavi generato dal COVID-19 pari a circa €200-210m
− Ricavi in calo dell’86% a cambi costanti nel mese di aprile 2020
− 53% dei punti vendita totali chiuso al 30 aprile 2020 (Italia: 36%; Altri Paesi Europei: 81%)

Ricavi consolidati per canale

ricavi consolidati per canale

Piano di mitigazione del COVID-19

 Autogrill ha implementato tutte le misure necessarie per tutelare la salute e sicurezza dei propri dipendenti e della propria clientela, così come per garantire la continuità delle attività laddove possibile.
 Il Gruppo ha reagito in maniera rapida ed efficiente, attuando azioni mirate di contenimento dei costi per mitigare l’impatto a livello finanziario e operativo del COVID-19. I piani di emergenza coinvolgono attivamente l’intero Leadership Team e continueranno a essere adattati per rispondere all’evolvere della situazione a livello globale
 Costo del lavoro: è proseguita la riduzione delle ore di lavoro in linea con la contrazione del traffico, così come il ricorso agli ammortizzatori sociali messi a disposizione dai governi
 Affitti:
− raggiunti accordi con un numero significativo di concedenti a livello globale relativamente alla riduzione o al rinvio degli affitti e negoziazioni in corso per ulteriori agevolazioni
− trattative in corso con la parte restante dei concedenti

 Debito e liquidità:
− si è interamente attinto alla linea di credito revolving (€225m da parte di Autogrill S.p.A. e $200m da parte di HMS Host Corp disponibili alla fine del 2019) per aumentare la quantità di cassa disponibile
− trattative in fase avanzata con tutte le banche di riferimento del Gruppo e con gli investitori dello US Private Placement di HMS per ottenere una deroga ai test sui covenant
− trattative in corso per consolidare ulteriormente la posizione finanziaria del Gruppo in risposta alla volatilità e alle difficili condizioni attuali del mercato
− fruizione dei programmi governativi di sostegno disponibili in tutte le regioni, a seconda dei casi, per avere accesso a fonti di finanziamento aggiuntive
 Investimenti: revisione del piano di capex, con riduzione di tutti gli investimenti al minimo necessario ai fini del corretto funzionamento delle attività del Gruppo
 misure aggiuntive, tra cui tagli alle spese discrezionali, blocco delle assunzioni e riduzione volontaria degli stipendi, nonché valutazione di tutte le opportunità messe a disposizione dai governi per gestire il periodo di lockdown

Preparazione alla “Fase Due”

 Iniziative a breve termine:
− la salute e sicurezza dei dipendenti e dei clienti continuano a costituire una priorità assoluta
− riapertura graduale contestualmente alla fine del lockdown e alla rimozione delle restrizioni ai viaggi
− particolare attenzione nella fase iniziale al traffico domestico
 Iniziative a medio termine:
− salvaguardare il core business adeguando la struttura dei costi, aumentando la flessibilità e trasformando l’offerta per rispondere alla crisi attuale e adattarsi a una “nuova normalità” (come per esempio nuovi standard di salute e sicurezza, evoluzione dei comportamenti dei consumatori, futuri modelli di viaggio e trasporto)

Outlook

 Benché si intravedano i primi segni di apertura da parte di alcuni paesi, attualmente, e alla luce di un contesto in rapida evoluzione, è estremamente arduo prevedere l’entità e la durata dell’impatto di questa crisi globale e fornire una guidance per il resto dell’esercizio in corso  Autogrill continuerà a monitorare gli eventi esterni e a gestire la situazione con grande attenzione, fornendo gli adeguati aggiornamenti al mercato