Home Salute e caffè Annusare il c...

Annusare il caffè: un metodo per trovare dei sintomi Covid secondo la Tufts University

Ricordiamo ovviamente, che il fatto che una persona non senta il profumo del caffè non necessariamente vuol dire che è affetta da Covid-19. Restano valide tutte le direttive date fino ad ora dall’OMS. I sintomi cui prestare attenzione e se presenti chiamare il proprio medico sono: febbre, tosse, difficoltà respiratorie o dolori muscolari.

annusare olfatto
L'aroma del caffè come test per il Covid

MILANO – La perdita di gusto e di olfatto sono due segnali che spesso sono ricondotti alla diagnosi del Covid: non sono pochi i casi di chi, avendo contratto il virus, ha avuto problemi con questi due sensi. Da qui nasce la prova del fuoco per capire se si soffre di questo disturbo o meno: annusare il caffè. Leggiamo cosa succede dal sito lolnews.it.

Annusare il caffè per scoprire il Covid

Assumere una giusta quantità di caffè può non solo darci la carica per iniziare la giornata, ma anche esporci a minori probabilità di cancro al colon, aiuta l’insufficienza cardiaca e stando a quanto affermato dalla Johns Hopkins Medicine, diminuisce il rischio di Alzeheimer. A questa lista si aggiunge anche la possibilità di essere usato come test per capire se abbiamo contratto il Coronavirus.

Tra i sintomi più diffusi tra le persone che hanno contratto il virus, c’è la perdita dell’olfatto e del gusto. Ed è proprio per questo che un gruppo di ricercatori della Tuft University di Boston ha suggerito di usare l’aroma del caffè come test casalingo.

“Una delle cose che può essere fatta abbastanza facilmente, abbastanza oggettivamente da qualcuno a casa – ha detto a Tufts Now James Shwob, professore alla School of Medicine della Tuft University – sarebbe prendere del caffè macinato e vedere quanto lontano puoi tenerlo e ancora sentirne il profumo. Se il tuo naso non è congestionato e hai problemi a riconoscere quelli o altri profumi che ti sono familiari, potresti chiamare il tuo medico per fare il test.”

Ovviamente non è un test affidabile al cento per cento

Tuttavia gli stessi ricercatori sono prudenti. E sostengono il fatto che una persona non senta il profumo del caffè non necessariamente vuol dire che è affetta da Covid-19. Restano valide tutte le direttive date fino ad ora dall’OMS, l’organizzazione mondiale della sanità.

I sintomi cui prestare attenzione e se presenti chiamare il proprio medico sono: febbre, tosse, difficoltà respiratorie o dolori muscolari.